29 luglio 2015

Artigiani e mestieri d'arte tra i protagonisti di “Effetto Venezia” a Livorno grazie a Fondazione Livorno e OmA



"Effetto Venezia", la manifestazione labronica, giunta alla trentesima edizione è un grande palcoscenico a cielo aperto. Artisti di strada, orchestre, opere liriche e teatrali, musicisti di fama nazionale e internazionale, eventi culturali, mostre internazionali diventao protagonisti delle strade del quartiere storico La Venezia (da cui il nome).

Per quanto quest’anno la durata della manifestazione è ridotta (fino al 2 agosto) il calendario (link) è ricco di eventi, grazie alla quantità di palcoscenici “attivi” nell'area in cui si svolge la kermesse: dal palco principale di Piazza del Luogo Pio, a quello della Fortezza Vecchia (dedicato ai diritti LGBT e non solo), e ai nuovi spazi espositivi della Fortezza Nuova, recentemente riaperta.

Un ritorno alle origini poi per quanto riguarda la parte mercantale di “Effetto Venezia” in cui l’artigianato artistico ha un ruolo principe tornando a dare nuovo valore alla bellezza e storicità del quartiere, e soprattutto alle eccellenze di qualità artistiche del nostro territorio.


Fondazione Livorno - associata, da qualche anno, all’Osservatorio Mestieri d’Arte dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze, che promuove e stimola con iniziative la valorizzazione dei mestieri d'arte sul territorio - partecipa infatti all’organizzazione della manifestazione allestendo uno spazio dedicato ai mestieri d’arte e all’artigianato locale. Valerio Michelucci  con i suoi cactus di legno, Arianna Fremura per la pittura, decorazione e restauro pittorico, Francesca Errico, della Pergamena di Cecina, con gli album fotografici e i diari rilegati in cuoio o Valentina Magni con le sue eccentriche borse sono solo alcuni dei 14 artigiani protagonisti. 




Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...