24 novembre 2015

TAILORITALY, la sartoria ed e-commerce Made in Italy


Un e-commerce che permette ai clienti di personalizzare un total look rigorosamente Made in Italy. Un progetto start-up tailoritaly.com che lo scorso 17-18 novembre 2015 ha partecipato come finalista a Milano alla terza edizione di Decoded Fashion Milan, summit internazionale dedicato a fashion e tech che per due giorni ha portato nel capoluogo lombardo speaker internazionali a confrontarsi sull’attualità e il futuro di moda e tecnologia. 
Vediamo di cosa si tratta dalle parole dei suoi fondatori. 
“Un tempo si andava dalla sarta, ora si clicca con il mouse per acquistare un abito personalizzato tutto Made in Italy" – racconta la giovane imprenditrice lucana Monica Calicchio che con tanto di laurea presa alla Bocconi di Milano ha lavorato in Germania e in Australia per poi realizzare il grande sogno nel Bel Paese. "Siamo una start-up tutta italiana. Ho presentato il progetto e ho vinto il finanziamento, di lì il via alla start-up che attualmente è incubata presso l’acceleratore Tim Wcap. La Tim ci ha fornito gli uffici, io e il mio team abbiamo creato e organizzato il lavoro. Il team e’ composto da me, Giuseppe Giammetta – Art Director con cui sono amica da quando abbiamo 12 anni – Francesco Leone – Project Manager con cui siamo cresciuti insieme – Marco Minutoli – CTO conosciuto nell’ambito start-up a Milano."


In che modo ritieni soddisfacente questa attività?
Con tailoritaly.com tengo insieme la mia anima razionale e matematica con quella artistica. Per me la moda è una forma d'arte. E poi fin da bambina pensavo agli abiti fai da te, sono cresciuta vedendo la mamma alle prese con le stoffe e le sarte…

Come funziona Tayloritaly.com?
Il nostro sito consente di “creare” l'abito: la cliente sceglie il cappotto, la gonna, la maglietta decidendo non solo di quale colore ma anche di quale tessuto realizzarlo. Il tutto viene visualizzato sullo schermo di modo che lei abbia un'idea chiara e concreta del capo che sta per portarsi a casa.

Quasi una sarta online?
Esattamente, il nostro punto di forza è il capo personalizzabile. Puoi scegliere il tipo di bottone, la scollatura, la lunghezza delle maniche…così acquisti un abito unico che si può trasformare sul modello base da noi proposto.

In che modo il prodotto si può dire artigianale e made in Italy?

Ci siamo inseriti in una realtà di alto livello, laboratori sartoriali del sud Italia che producono per grandi nomi riescono a cucire per noi anche usando tessuti locali e a consentirci di consegnare il prodotto finito in due settimane. Anche i prezzi restano competitivi poiché non creiamo fondi di magazzino alle aziende che collaborano con noi, solo dopo che il cliente ordina si mette in moto la produzione.




16 novembre 2015

LORENZO ORGALLO



CHI È: 

Lorenzo è un artigiano calzolaio e insieme a suo padre gestisce la “Casa della Scarpa” a La Spezia.



FORMAZIONE: 

È cresciuto in bottega con suo padre, che fa questo mestiere da più di mezzo secolo. Negli anni si è innamorato di questo lavoro e dal 2008 l'ha affiancato nella gestione del negozio. Gli ha insegnato tutti i segreti di questa antica arte, ma fin da subito è stato molto esigente con lui: quello che ha sempre contraddistinto i suoi lavori è l'utilizzo dei migliori materiali e il saper adattare ogni riparazione all'oggetto riparato in modo tale da renderla il più elegante, precisa e resistente possibile. 

Gli standard a cui lo ha abituato suo padre sono molto alti e lo hanno portato a essere molto rigoroso nello svolgimento di ogni riparazione; allo stesso però tempo sentiva la voglia di sperimentare e accrescere il proprio livello nel lavoro. Essendo La Spezia città di mare con una lunga tradizione nell'uso degli zoccoli di legno, e avendo la possibilità di studiare pregi e difetti di ogni modello durante le riparazioni, è rimasto colpito da come spesso negli anni estetica, resistenza e comodità non riuscissero a essere integrati se non uno a discapito di un altro. Dopo svariate prove e ricerche sulle forme, i ceppi e i materiali migliori da utilizzare, sia per dare confort e qualità, che per permettere al cliente di portare un modello totalmente personalizzato, nel 2010 affianca alla riparazione la produzione degli zoccoli su misura fatti a mano “Lorenzo O.”. Ogni giorno cerca di migliorare il suo prodotto, e dopo aver collaborato con artigiani di Forte dei Marmi e di Firenze, nel 2014 ha iniziato il corso “Shoes in Italy IFTS” presso l'Istituto Modartech di Pontedera, dedicato alla specializzazione nel settore delle calzature fatte a mano, durato un anno, alla fine del quale mi sono diplomato come “tecnico specializzato delle attività di realizzazione e riparazione di scarpe, livello EQF: IV”. Questo è stato un vero salto di qualità, perché ha potuto così studiare e approfondire lo sviluppo di una calzatura, dal disegno alla realizzazione finale, sia nei mesi passati in laboratorio che durante lo stage in una delle botteghe più prestigiose al mondo: la “Mario Bemer” di Firenze. Grazie a questi ottimi maestri, ha migliorato notevolmente il proprio livello di lavoro nella riparazione che negli zoccoli da lui stesso creati, sempre più motivato dalla soddisfazione dei clienti ad apprendere e migliorare ulteriormente.



LAVORO ATTUALE E PROGETTI FUTURI: 

Attualmente Lorenzo gestisce insieme al padre la “Casa della Scarpa” in via Veneto a La Spezia. La riparazione rimane il punto fermo della sua attività di calzolaio. Ma sente la necessità di continuare sviluppare e dare un'identità ancora più forte al suo prodotto “Lorenzo O.”, utilizzando forme moderne ma assolutamente confortevoli con legni leggeri ma resistenti, materiali sempre più pregiati (come la “pelle in crust”, un prodotto conciario che viene colorato e rifinito a mano in bottega, difficile da lavorare ma che dà ottimi risultati) ed eseguendo ogni passaggio, dalla progettazione alla realizzazione del prodotto finito, completamente a mano.    


CONTATTI:

“Casa della Scarpa”, La Spezia, via Vittorio Veneto 237  
tel -  3891317432 
e-mail  -  lore-salvo@hotmail.it

13 novembre 2015

HOMI Maker Design Awards - il concorso per artigiani per partecipare gratuitamente al prossimo HOMI




HOMI, fiera degli stili di vita di Milano Fiera, in collaborazione con Artex, Centro per l’Artigianato Artistico e Tradizionale della Toscana e con il patrocinio di CNA e Confartigianato, hanno indetto l’HOMI MAKER DESIGN AWARD, un concorso riservato a giovani creatori di età inferiore ai 35 anni (alla data del 1° gennaio 2016) che mette in palio la partecipazione gratuita a HOMI, una delle più importanti fiere dedicate alla casa.

La scadenza per inviare le candidature è il 14 Dicembre 2015

Il concorso è riservato ad artisti, artigiani, diplomati e/o laureati di tutti i livelli di insegnamento artistico e progettuale, e giovani in fase di creazione d’impresa.

Le condizioni per poter partecipare sono 1) avere una produzione propria e 2) non avere mai esposto le proprie produzioni a MACEF (Salone internazionale della casa).
Per partecipare inoltre è necessario fare riferimento alle 2 sezioni di HOMI:

  • HOMI MAKER DESIGN AWARD – living habits
aperto alle auto produzioni che si inseriscono nei settori della decorazione casa e lifestyle in genere.

  • HOMI MAKER DESIGN AWARD – fashion & Jewels
aperto alle auto produzioni che si inseriscono nei settori del gioiello ed accessorio moda.


I 6 vincitori (3 nella sezione living habits e 3 nella sezione fashion & Jewels) del concorso avranno diritto a:

. uno stand pre-allestito gratuito all’interno delle nuove aree SPERIMENTA di HOMI,  
  rispettivamente nei padiglioni Living habits e Fashion & Jewels, per l’edizione di Gennaio
  2016.

. pernottamento gratuito per la durata della manifestazione (per 1 persona);

. pubblicizzazione sul materiale promozionale della manifestazione.





Per informazioni:
Tel. +39 055 570627 

Maria Elena Angeli

3 novembre 2015

SARA SPOLVERINI



-CHI È:

Sara è una persona creativa, le piace progettare e realizzare gioielli personalizzati e su misura, dei veri e propri pezzi unici, che le permette di stare a diretto contatto con il cliente e studiare un prodotto sempre diverso, trovando ogni volta una nuova ispirazione. Quello che più la stimola e la gratifica del suo lavoro è l'aspetto di continua ricerca e progettazione che permette di evolvere e maturare sia da un punto di vista personale che professionale.


-FORMAZIONE:

Ha frequentato il Liceo Artistico di Livorno e successivamente si è laureata a pieni voti all'Università di Architettura di Firenze, indirizzo Progettazione di accessori per oreficeria. Ha un'innato interesse per l'Arte, studia e fa ricerche continuamente riguardo la Storia dell'Arte, la Storia del costume e del gioiello, tutti i gioielli da lei creati hanno alla base un'accurata ricerca artistica e formale. Partecipa a eventi e fiere, si tiene aggiornata alle tendenze del momento leggendo riviste e visitando mostre ed esposizioni.


-LAVORO ATTUALE E PROGETTI FUTURI:

Sara Spolverini è un'artista, non solo realizza gioielli fatti a mano con le tecniche orafe artigianali, ma tutte le sue creazioni sono il frutto di un'accurata ricerca formale e artistica, sono pezzi unici studiati su richiesta, personalizzati e su misura. Partecipa a fiere dell'artigianato, mostre ed esposizioni con lo scopo di far conoscere le sue creazioni ma sopratutto per trovare nuove possibilità per lo sviluppo di progetti unici. L'ideazione di un nuovo gioiello parte da un'idea o dalla volontà di esprimere un pensiero o raccontare una storia, attraverso dei bozzetti l'artista cerca di dare forma al concetto, e successivamente sviluppa un disegno tecnico dove vengono analizzati gli aspetti di portabilità, misure e volumi di quello che sarà il gioiello finito. Alla fase progettuale segue quella produttiva che si svolge secondo l'antica tecnica orafa della micro fusione a cera persa: la cera viene scolpita a mano, successivamente attraverso la fusione viene creato il pezzo in metallo che dovrà essere poi rifinito e lucidato.  
In futuro ha intenzione di aprire un laboratorio con negozio per permettere alle persone di vedere quello che fa e seguire tutte le fasi del processo creativo.


INFO:

Rock'n'Love® Art Jewellery

22 ottobre 2015

MAKE/FLORENCE, la sfida tra creativi per i nuovi Souvenir di Firenze


A Firenze, fra il 17 e il 20 novembre, si svolgerà il Make/Florence, una make-a-thon, cioè una gara tra gruppi di creativi che si impegnano in una maratona di idee per arrivare alla creazione di un prototipo di un nuovo prodotto. L'oggetto di quest'anno è la realizzazione di nuovi Souvenir di Firenze.

Il nome proviene da hackathon, la competizione generalmente indirizzata alla programmazione, alla creazione di codice per web, app e simili. Il make-a-thon mette da parte il virtuale per rivolgersi invece al mondo della creazione e coinvolge designer, artisti, maker, esperti di marketing e artigiani.  

Suddivisi in team multidisciplinari, i partecipanti realizzeranno il loro prototipo affrontando tutte le fasi del lavoro, dalla ideazione alla realizzazione effettiva. Al termine, una giuria qualificata premierà l'idea più creativa.


Le iscrizioni sono aperte fino a domenica 25 ottobre.

http://www.makeflorence.org/

14 ottobre 2015

Regione Toscana premia 18 app utili a vivere meglio



Sono diciotto le idee premiate sabato 10 ottobre 2015 nel primo StartApp contest organizzato dalla Regione Toscana all'Internet Festival di Pisa. Diciotto idee e ventimila euro ad ognuno di coloro che le ha sviluppate, trecentosessantamila in tutto. 

Diciotto idee ed altrettante startup o imprese di giovani, già nate o pronte a nascere. Diciotto idee e diciotto applicazioni o siti responsive, capaci di adattarsi automaticamente a seconda che li consulti da un pc, un tablet o uno smartphone, utili per accorciare le distanze con la pubblica amministrazione o per vivere meglio.

Tra le diciotto idee premiate c'è un po' di tutto. La maggior parte sono utilità (tredici) capaci di aiutare a vivere meglio e risparmiare tempo, quattro sono applicazioni che hanno a che fare con viaggi e turismo ed una con la mobilità, o meglio con la ricerca di un parcheggio condiviso in città.

Dai parcheggi alle guide turistiche su misura.

Il contest era stato lanciato ad aprile. Le domande (24) sono state raccolte durante l'estate. "L'idea – spiega l'assessore ai sistemi informativi della Toscana, Vittorio Bugli – nasce dalla volontà di arricchire di ulteriori contenuti Open Toscana, la piattaforma della Regione inaugurata l'anno scorso per offrire un rapporto più snello con la pubblica amministrazione, e di farlo utilizzando magari gli open data che la Regione possiede". "Ma il premio è anche un modo – prosegue – per valorizzare le tante start up che lavorano in Toscana. Per rinnovare la pubblica amministrazione occorre sfruttare le loro buone idee. Il contest è uno degli strumenti messi in campo, da un anno a questa parte, per creare una comunità di innovatori a servizio della pubblica amministrazione".

Per conoscere quali siano state le App premiate, potete visitare il sito dedicato http://open.toscana.it/web/startup/startapp-contest

5 ottobre 2015

OmA® Brand certifica i talenti del fatto a mano del negozio 'made in Italy' del colosso Amazon




L’artigianato artistico in Italia? Un'eccellenza che nell'offerta della rete deve rispettare i criteri di qualità e autenticità. Per questo Amazon, nota azienda americana di vendita online, volendo valorizzare sul suo portale e-commerce la vendita di prodotto made in Italy, ha dialogato con OmA (Osservatorio dei Mestieri d'Arte) che da anni è attivo nella valorizzazione e promozione delle botteghe artigianali alle quali, sulla base di una rosa di criteri di qualità certificata, conferisce il proprio marchio e la targa OmA. 

OmA da qualche tempo è infatti diventato un vero e proprio marchio OmA® (http://www.osservatoriomestieridarte.it/omabrand/) di proprietà dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze, a cui si deve il sostegno costante e determinante fin dalla nascita dell’Associazione, che certifica il talento dell’artigiano e garantisce la qualità di lavorazioni a prevalenza manuale controllando il processo produttivo, le tecniche e i materiali tradizionali è un privilegio assoluto in Italia. 

Amazon, con il proprio market place, apre così la nuova sezione di oggetti artigianali con il negozio Made in Italy coinvolgendo il braccio strategico e operativo di OmA in questa impresa: la Fondazione TEMA (Tecnologie per i mestieri d'arte, i beni culturali e l'artigianato), promossa da Ente Cassa di Risparmio di Firenze con l'obiettivo di accrescere il livello di innovazione, internazionalizzazione e competitività delle imprese toscane del settore artigianale.

25 settembre 2015

JOB REVOLUTION 2 - Spazio Start Up



Due giorni di laboratori, workshop ed eventi finalizzati a parlare ai giovani di impresa. È Job Revolution, la seconda edizione dell'iniziativa realizzata da Vivaio per l’Intraprendenza APS (insieme al servizio Europe Direct del Comune di Firenze ed in partnership con Junior Achievement Italia, per il programma The Entrepreneurial School), al via il 29 settembre al complesso Le Murate di Firenze. 

Anche OmA partecipa all'evento con un workshop dal titolo Business to go - Artigiani e maker, in cui vengono proposti modelli di rinnovamento dell’artigianato classico ed esempi di come la  rivoluzione digitale stia creando nuovi scenari di impresa artigiana.

OmA, da sempre attento a favorire l’ingresso dei giovani nel mondo dell’artigianato artistico, è presente con lo staff di OmA2040. Da tempo infatti, agli artigiani tradizionali si sono affiancati quelli che utilizzando le nuove tecnologie (stampa 3D, taglio laser) dando vita alla contemporanea definizione di maker
È per questo motivo che OmA2040 ha attivato una collaborazione con MakeTank, startup che fornisce visibilità ai digital maker e ai loro originali prodotti, ospitando sul blog una selezione di questi.
Le maestre orafe Viola Foggi e Negar Azhar Azari insieme ai maker Claudio Materietti e Laura Calligari, parlano delle potenzialità delle nuove tecnologie nel loro lavoro nel workshop Business to go - Artigiani e maker, coordinato da Federica Faraone di OmA2040.



Job Revolution
28-29 settembre 2015
Le Murate, Firenze
Workshop Business to go - Artigiani e maker moderato da Federica Faraone, OmA2040
Martedì 29 settembre 15.45-16.45
Partecipazione gratuita su iscrizione



18 settembre 2015

Teatro della Pergola - Corsi 2015

Al via i nuovi corsi 2015 del Laboratorio di Costumi e Scene del Teatro della Pergola
Nato nel marzo 2015 e con già nello storico un ciclo di corsi di formazione, il Teatro della Pergola riapre i battenti del suo Laboratorio per dare un nuovo impulso a quel particolare tipo di cultura che da secoli caratterizza in termini universali la nostra identità: il saper fare.

Il Laboratorio è il luogo in cui si realizzano scene e costumi per gli spettacoli prodotti dal Teatro della Toscana, ma è anche il promotore di un’offerta formativa sui mestieri del teatro, strutturata in una serie di corsi e workshop tematici sia di carattere pratico che teorico.

Per informazioni
055 2264354

STEPS TOSCANA - passi verso l'imprenditorialità per giovani dai 19 ai 32 anni




La Fondazione Human Plus in collaborazione con CNA Giovani Imprenditori Toscana, Impact Hub Firenze, Rena e The Doers, dopo il successo della scorsa edizione, ripropongono il progetto STEPSun programma gratuito di potenziamento imprenditoriale per chi desidera avviare una nuova attività.

L’appuntamento è lunedì 21 settembre dalle ore 16.30 alle ore 19 per un workshop gratuito nella sede dell’Impact Hub Firenze, in via Panciatichi 10-14.

STEPS TOSCANA, realizzato grazie al sostegno di JP Morgan Chase Foundation, è parte di un progetto nazionale rivolto a giovani tra i 19 e i 32 anni, disoccupati e inoccupati, che desiderano creare un’impresa.
I giovani partecipanti a STEPS TOSCANA potenzieranno le proprie competenze imprenditoriali e lavoreranno sulla propria idea di business con la consulenza di un team multidisciplinare di esperti.

I giovani aspiranti imprenditori interessati a cogliere questa opportunità dovranno iscriversi alla piattaforma STEPS (www.fhplus.org/user/registration?affiliate=it_tour_toscana) entro il 25 settembre 2015; riceveranno un report sintetico del proprio potenziale imprenditoriale che evidenzierà i fattori di eccellenza e i fattori meno sviluppati.


Per ulteriori informazioni:

Francesca Mazzocchi
Coordinatrice CNA Giovani Imprenditori Toscana

cell. 3346447806

11 settembre 2015

IL SENSO DEL RIDICOLO: il primo Festival italiano sull'umorismo a Livorno dal 25 al 27 settembre



Sta per partire a Livorno "Il senso del ridicolo", il primo Festival italiano sull'umorismo, In tre giorni di incontri, letture ed eventi nella città più caustica d’Italia. 

Dal 25 al 27 settembre il calendario ricchissimo di incontri, spettacoli e letture, vedrà alternarsi sui vari palchi allestiti nel quartiere La Venezia di Livorno grandi nomi dello spettacolo, del giornalismo e della letteratura che si interrogheranno sul significato del riso e sulla funzione illuminante dell’umorismo, della comicità e della satira.




Il Festival, promosso dalla Fondazione Livorno, in collaborazione con il Comune di Livorno e il patrocinio della Regione Toscana, porta la firma della direzione artistica di Stefano Bartezzaghi. Una tre-giorni da non perdere assolutamente!

I biglietti per tutti gli eventi (escluso la lectio magistralis di Maurizio Bettini e la proiezione del film "L'italiano medio") sono già disponibili in biglietteria (Sala Simonini, Scali Finocchietti 4, Livorno) o online al prezzo di 3 € a persona.

Per ulteriori info consultate il sito ufficiale dell'evento o la pagina Facebook dedicata.





CREATHON 2015 al LuBeC di Lucca (8-9 ottobre)


Sono aperte le iscrizioni fino al 14 settembre per partecipare alla seconda edizione di Creathon, la competizione che premia le idee ad alto impatto innovativo nell’ambito della filiera beni culturali, tecnologia, enogastronomia e turismo
Organizzata da Promo PA Fondazione in collaborazione con MiBACT (Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo), Camera di Commercio di Lucca, Polo Tecnologico Lucchese e con Fondazione Italiana Accenture come partner, Creathon® si svolgerà al Real Collegio di Lucca l’8 e 9 ottobre nel contesto di LuBeC 2015.

CREATHON è una Maratona di creatività che premierà tre team di creativi e fabbricatori digitali Under 40 che realizzeranno a LuBeC il prodotto o servizio migliore per il merchandising museale e/o l'integrazione musei territorio, all'insegna della sostenibilità.
Pensata da Lubec in occasione del 40°compleanno del #MiBact, coinvolgerà "FABBRICATORI DIGITALI" per una 24 ore no stop di progettazione, con l’obiettivo di promuovere i Beni culturali e il Turismo. 

A Ottobre, Lunedì 9 e Martedì 10 la Città di Lucca diventa luogo d'innovazione ed esaltazione del Digitale. Durante la due giorni lucchese saranno tantissimi gli workshop nei quali si parlerà di Nuove Tecnologie al servizio dei Beni Culturali. Il concorso invece, sarà una 24 ore per creare e presentare ad una giuria di esperti la vostra idea per un prodotto o un servizio dedicato ai musei e ai territori. Le iscrizioni chiuderanno il 14 Settembre, perciò affrettatevi se volete partecipare. 

Per info visitate:





Si è concluso LaserMaker, il contest organizzato con Trotec Laser e che ha portato alla progettazione del gadget della prossima edizione di Source (Terza edizione della Mostra internazionale di design autoprodotto, dal 10 al 20 settembre a Firenze), la manifestazione dedicata al design autoprodotto. 
La premiazione del progetto vincitore avverrà all'incontro Due storie da raccontare: appuntamento lunedì 14 settembre dalle 18 presso il Giardino di Villa Strozzi. La partecipazione è gratuita previa iscrizione.

Sempre per il 14 settembre (e sempre previa iscrizione) è stato organizzato un workshop sulle tecniche di taglio laser applicate a vari materiali. Durante la giornata verranno approfonditi, anche in pratica, i temi della progettazione di oggetti per il laser cutting. 

8 settembre 2015

CLAUDIO MATERIETTI




CHI E’
Claudio Materietti è un creativo con il pallino per il design autoprodotto.


FORMAZIONE
Dopo il diploma di liceo scientifico Claudio matura la sua esperienza direttamente in fabbrica. Nel 2002 riceve l’Oscar dell'Imballaggio per il packaging realizzato per un Albero di Natale prodotto da Gucci. 


LAVORO ATTUALE E PROGETTI FUTURI 
Il progetto Thin-K nasce nel 2013 all’interno di una realtà di produzione cartotecnica. L’obiettivo iniziale è di unire la tradizione artigianale con la sperimentazione tipica del designer autoproduttore. Gli oggetti firmati Thin-K sono complementi di arredo, ma soprattutto sono sogni e ispirazioni che si trasformano in lampade, orologi, vasi ecc… Ultimamente, grazie all’acquisto di un plotter di ultima generazione, alla linea di arredamento si è affiancata KartoneCubo, un’attività che si occupa di allestimenti fieristici e di punti vendita.


PRESENTAZIONE 
Idee, progetti, design in cartone: è questa la filosofia del marchio Thin-K. Le creazioni Thin-K sono realizzate artigianalmente in Italia usando cartone ondulato, cartoncini tesi e carte speciali. Le tecniche usate sono: taglio plotter, fustellatura, accoppiatura e stampa. Ogni progetto creativo parte da un’idea di “leggerezza” che coinvolge sia l’oggetto in sé sia la sua funzione e che, attraverso un innovativo processo produttivo, dà forma a un prodotto dal design contemporaneo e con una forte componente artistica. Un esempio è la lampada Kiwi, nata nel 2013 e ideata per essere spedita singolarmente con una struttura abbattibile ed estremamente facile da montare. Un progetto che mirava ad abbattere al massimo l’incidenza del costo della spedizione e il rischio di danni all’oggetto.


CONTATTI
Store MakeTank 
http://www.maketank.it/thin-k/it/store
info@maketank.it
info@thin-k.it
sede operativa: Via Vittorio Veneto, 111 – Dicomano (FI)

FEDERICA SACCHINI



CHI È

Fedrica Sacchini è un'artigiana di Cecina con la passione per il mare, il vento, l'estate e gli sport acquatici.

IL SUO COLORSWindLittleBags

"Le calde acque di Jericoacoara con le sue mille vele da windsurf a cavalcar le onde hanno incoraggiato la creazione della linea di borse che oramai produco da circa 4 anni, un insieme di pezzi unici, colorati, salati e legati in ogni loro forma al mare.

Le COLORSWindLitttleBags sono oggetti che nascono dal riciclo, principalmente di vele da windsurf e imbarcazioni, arricchito dal riutilizzo e il recupero di ogni sorta di materiale nautico e marittimo che riesco a trovare, negli svariati porticcioli e lungomare che mi vedono impegnata nella mia ricerca.

Si parte da vele, fino ad approdare ai gonfiabili da bambini abbandonati sulle spiagge durante l estate, autogonfiabili di salvataggio, zattere, tessuti di sdraio da mare e chi più ne ha più ne metta.

La mia forma di creatività è fortemente legata all ambiente marino, alla spiaggia e all estate, credo infatti che ciò si rispecchi negli oggetti che cucio e assemblo, pezzi unici, fatti da un patchwork di materiali nautici sempre nuovo e inaspettato. 

Prendendo spunto da giornate passate a godere di tramonti, bagni e profumo di venti di maestarle, sono sempre  stimolata a dar vita a pezzi differenti e unici, in un susseguirsi creativo pieno di tocchi di colore, scoperte di vele vintage ormai da ritagliare e ore ed ore alla mia macchina da cucire…"

INFO


6 agosto 2015

LAURA CALLIGARI



CHI È
Laura Calligari, l'artigiana che vi presentiamo oggi, classe '78, è un architetto toscano che vive e lavora a Firenze. 
Laura ha creato il progetto Atelier Macramè spinta dalla passione per il design. I prodotti sono oggetti pensati per la vita quotidiana, ma non solo. Sia che si tratti di complementi artistici in edizione limitata, oppure di oggetti realizzabili in serie con tecnologie e materiali classici, come cartone e stoffa, o tecniche innovative come stampa 3d e taglio laser, l’ispirazione è sempre la ricerca della funzionalità e della forma.

Soggetto delle opere realizzate sono spesso oggetti dalle forme semplici e minimali dei quali si esalta la funzione spesso multipla come per esempio: “Coccinelle” che è allo stesso tempo pouf e tavolino e “Coccinelle Special Edition” con il cuscino in stoffa che funge da portaoggetti e sgabello. Per il momento del pasto all’insegna del design, Laura ha progettato dei taglieri componibili e sottopentola colorati con forme geometriche in rilievo sempre in acrilico. 


FORMAZIONE
Dopo la laurea in Architettura conseguita presso l’Università degli Studi di Firenze nel 2010, Laura segue un Master in Interior Design. Successivamente inizia a collaborare con alcuni studi di architettura e nel 2012 entra a far parte dello studio creativo SpazioNova. Blogger e co-fondatrice di Arredativo.it, web magazine dedicato al mondo dell’Interior Design, Laura dà vita nel 2013 ad Atelier Macramè, esperienza di design autoprodotto grazie alla quale si cimenta nella progettazione di oggetti di design. 


LAVORO ATTUALE E PROGETTI FUTURI
Nei progetti di Atelier Macramè c'è un continuo riferimento alle cose semplici e quotidiane che, attraverso il design, vengono riscoperte e raccontate in una nuove veste o con un nuovo punto di vista. Un programma che Atelier Macramè si prefigge di continuare, esplorando materiali e tecnologie (tradizionali e non) per dare forma a oggetti che siano utili, interessanti e piacevoli dal punto di vista formale.


INFO
sede - Firenze, Via Reginaldo Giuliani 100

29 luglio 2015

Artigiani e mestieri d'arte tra i protagonisti di “Effetto Venezia” a Livorno grazie a Fondazione Livorno e OmA



"Effetto Venezia", la manifestazione labronica, giunta alla trentesima edizione è un grande palcoscenico a cielo aperto. Artisti di strada, orchestre, opere liriche e teatrali, musicisti di fama nazionale e internazionale, eventi culturali, mostre internazionali diventao protagonisti delle strade del quartiere storico La Venezia (da cui il nome).

Per quanto quest’anno la durata della manifestazione è ridotta (fino al 2 agosto) il calendario (link) è ricco di eventi, grazie alla quantità di palcoscenici “attivi” nell'area in cui si svolge la kermesse: dal palco principale di Piazza del Luogo Pio, a quello della Fortezza Vecchia (dedicato ai diritti LGBT e non solo), e ai nuovi spazi espositivi della Fortezza Nuova, recentemente riaperta.

Un ritorno alle origini poi per quanto riguarda la parte mercantale di “Effetto Venezia” in cui l’artigianato artistico ha un ruolo principe tornando a dare nuovo valore alla bellezza e storicità del quartiere, e soprattutto alle eccellenze di qualità artistiche del nostro territorio.


Fondazione Livorno - associata, da qualche anno, all’Osservatorio Mestieri d’Arte dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze, che promuove e stimola con iniziative la valorizzazione dei mestieri d'arte sul territorio - partecipa infatti all’organizzazione della manifestazione allestendo uno spazio dedicato ai mestieri d’arte e all’artigianato locale. Valerio Michelucci  con i suoi cactus di legno, Arianna Fremura per la pittura, decorazione e restauro pittorico, Francesca Errico, della Pergamena di Cecina, con gli album fotografici e i diari rilegati in cuoio o Valentina Magni con le sue eccentriche borse sono solo alcuni dei 14 artigiani protagonisti. 




28 luglio 2015

FEDERICO GASTALDI e CÈLINE CLAIRE



CHI SONO:
Federico Gastaldi e Cèline Claire sono i creatori e fondatori del brand di borse artigianali milanese ScarletVirgo.



FORMAZIONE:
Federico Gastaldi è diplomato presso  CFP BAUER in graphic design, stop motion e motion design;

Celine Claire è diplomata presso CFP BAUER in grafica e fotografia.


COS'È SCARLETVIRGO:
ScarletVirgo nasce dai nomi di due libellule, creature mutevoli e affascinanti, scelte per rappresentare il brand. Sono Cèline e Federico, milanesi con una grande passione per l’artigianalità e il design. Studiano e realizzano tutti i prodotti del loro laboratorio seguendo come principali fonti d’ispirazione la cultura urbana e l’ambiente in cui vivono. Ogni accessorio è il frutto di un’attenta ricerca e deve sempre corrispondere a criteri di praticità originalità e design.
Ogni borsa, dalla pochette alla borsa da viaggio, è realizzata in eco-pelle e cotone, imbottita e con inserti in vari tipi di metalli, che li rendono pezzi unici adatti ad ogni occasione e circostanza.


CONTATTI:
Email : info.scarletvirgo@gmail.com 


13 luglio 2015

Torna SMAU Firenze dal 14 al 15 luglio 2015!





Il 14 e 15 luglio 2015 si tiene a Firenze, presso la Fortezza da Basso, la seconda edizione di SMAU Firenze, l’evento dedicato all’innovazione e alle tecnologie digitali per le imprese. Due giorni di incontri, convegni e workshop per fare il punto sulle politiche regionali a supporto dell’innovazione e fornire un quadro aggiornato sui fabbisogni di sviluppo delle PMI toscane.

La due giorni di appuntamenti si apre martedì 14 mattina e, alle ore 11:00, Laura De Benedetto di MakeTank sarà tra i protagonisti dello speed pitching (presentazioni di soli 90 secondi) che apre il workshop “Moda e innovazione: tutti i segreti per accrescere la competitività delle aziende”.

Nell'arco della manifestazione Laura è impegnata a Innovation 4 Fashion, evento internazionale di matching tra le aziende dell'industria del fashion e le startup innovative del settore digital, realizzato in collaborazione con la rete EEN – Enterprise Europe Network e Confindustria Toscana.

MakeTank inoltre è presente (insieme ad altre 60 e più startup) con un proprio stand nel padiglione Spadolini (piano Attico, stand A8),creando uno spazio espositivo dove è possibile toccare con mano una selezione di oggetti realizzati da alcuni tra i più innovativi Designer presenti nella piattaforma, come ad esempio i papillon stampati 3D personalizzabili.




Per poter assistere all'evento, e partecipare ai workshop gratuiti (più di 70 in programma), potete iscrivervi tramite la pagina dedicata di SMAU http://www.smau.it/firenze15/pages/partecipa-come-visitatore/


2 luglio 2015

ILARIA GELOSA




CHI È
Ilaria è una designer che vive e lavora a Lissone (MB). 
Nata in una famiglia di falegnami, adora lavorare con il legno, e ogni volta che ne sente l’odore o lo tocca si sente a casa. Suo papà le ha trasmesso l’amore verso questo materiale, oltre alle competenze per apprezzarlo e lavorarlo nel migliore dei modi. Nella sua collezione sono presenti prodotti realizzati interamente in multistrati come “Satula”, ma anche prodotti in cui legno e stoffa si abbinano: per esempio in “Doppler” e negli originali “Lace”, dove la sartoria la fa da padrone. Ilaria usa tecniche di lavorazione e materiali diversi, ma il tutto unito da una nota comune: l’artigianalità. Essere al di fuori delle regole delle grandi produzioni le dà una grande spinta per portare avanti il suo progetto e la sua idea di design dalle molteplici forme. Come lei anche il suo lavoro e i suoi prodotti sono in continuo divenire, sempre pronti a cambiare vestito, a completarsi.

FORMAZIONE
Dopo la laurea in Disegno Industriale, conseguita presso il Politecnico di Milano, Ilaria segue un master allo IED di Torino. La sua formazione, così come le sue esperienze lavorative, la portano a occuparsi di design sotto vari punti di vista: dalla progettazione del prodotto alla nautica, dalla grafica all’allestimento. 


LAVORO ATTUALE E PROGETTI FUTURI
Appassionatasi al mondo del design autoprodotto e indipendente, negli ultimi anni Ilaria ne è entrata a far parte con alcune sue creazioni. Per ispirarsi Ilaria sceglie di soffermarsi soprattutto su ciò che la circonda, finendo per trasformare spesso ciò che vede in un nuovo prodotto. 




CONTATTI
Store MakeTank url 



18 giugno 2015

AL VIA UN NUOVO CONTEST RIVOLTO AD ARTIGIANI, DESIGNER E MAKER



Trotec Laser e MakeTank nuovamente insieme per un nuovo contest rivolto ad artigiani, designer e maker di tutta Europa. Il concorso è finalizzato alla progettazione del gadget ufficiale della mostra internazionale del design autoprodotto Source, in programma con la sua terza edizione dal 10 al 20 settembre 2015 a Firenze.

L’oggetto vincitore sarà portavoce degli intenti della manifestazione come spiega Roberto Rubini, curatore di Source: “Ci piacerebbe riuscire a parlare del progetto Source anche attraverso un piccolo oggetto che ne rispecchi la filosofia, e che nella progettazione tenga in considerazione la riduzione degli scarti di materiali e abbia una funzionalità legata all'uso quotidiano. Un oggetto capace di abbinare, come il design dovrebbe sempre fare, funzionalità, estetica ed etica. Siamo sicuri – conclude Rubini - che i creativi sapranno interpretare al meglio il tema del contest attraverso l'uso del taglio laser e allo stesso tempo riusciranno a leggere tra le righe del nostro DNA per coglierne i tratti salienti” 

La partecipazione al concorso è gratuita, con scadenza il 23 luglio 2015, ed è possibile iscriversi attraverso il modulo online reperibile sul sito www.lasermaker.it, dove è possibile anche consultare il bando e conoscere le specifiche tecniche richieste.
La giuria, composta da Alberto Moretti (Trotec Laser), Massimo Bianchini (Politecnico di Milano), Lucio Ferella (FabLab Firenze), Francesca Mazzocchi (CNA Next), Roberto Rubini (Source), decreterà il vincitore che avrà la possibilità di realizzare il proprio prototipo con il logo Source presso lo Show Room Trotec Laser di Monza.



INFO



16 giugno 2015

FB Merletti a EXPO 2015



Dal 14 maggio al 31 ottobre 2015 la nostra Protagonista Francesca Bencivenni, FB Merletti, va a Expo!

Il suo nuovo lavoro, commissionato da Centergross, è esposto nell'area C1 dedicata, mentre dal 14 al 24 settembre sarà spostato all'interno del Padiglione Italia nell'area riguardante l'Emilia Romagna.

Il lavoro esposto è “Le quattro stagioni” di Cesare Vecellio: pezzo risalente al Rinascimento, rifatto per l'Esposizione del 1906 a Milano e andato distrutto nell'incendio del 3 agosto, oggi nuovamente in vita, e “tornato a casa” grazie a Francesca ed il Centergross.


Un pezzo unico che vale la pena esser visto quando andate all'Expo 2015!



LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...