31 luglio 2014

TAKAFUMI MOCHIZUKI


È sempre un gran piacere accogliere all'interno del nostro blogun nuovo protagonista, soprattutto se questo comporta contaminazioni “internazionali” di cultura e tradizioni. Oggi voliamo in Giappone, nella terra di Takafumi Mochizuki, che però, dal 2007, ha ormai scelto Firenze come sua “patria”.

E qui ha trovato anche il suo “maestro”, Renato Olivastri, dal quale ha appreso l'arte del restauro del mobile antico e dell’intarsio in legno, che lo hanno conquistato e mai più abbandonato. Le sue opere sono tutte ricavate da legno naturale tagliato a mano con sega a traforo. Takafumi Mochizuki impiega la bruciatura con sabbia per le sfumature e la colla di bue, la vernice alla gommalacca con il tampone, e tutte le tecniche dell’intarsio tramandate dalla tradizione, per creare opere dalla sorprendente luminosità.

Si sa, l'evoluzione naturale di un talento è quella di tracciare, e percorrere, una propria strada. Ed è così che nel 2014 Takafumi ha aperto “Zouganista”, la sua bottega in San Frediano.
Questa parola è un’italianizzazione derivante dal termine giapponese “zougan” che significa intarsio. Il suo modo di intarsiare, non solo classici articoli da arredo, ma anche altri tipi di oggetti che presentano andamenti curvilinei, regala sogni tridimensionali “incastrati” nel legno. Ma non mancano le piccole sculture fiabesche e irriverenti che animano la sua bottega...per non “svegliarvi” da questo mondo incantato visitate il suo sito o andatelo a trovare in via dei cardatori 20/r Firenze.


Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...