10 luglio 2014

SCATTOITALIANO: IL NUOVO COLLABORATORE DEL NOSTRO ALESSIO ZULLI

Sapevamo di avere dei "protagonisti" con i super poteri, ma è sempre bello quando si hanno conferme, quando si vede crescere un lavoro fatto con passione e dedizione, quando si può condividere il "raccolto". 


Oggi vi raccontiamo di Alessio Zulli e della sua ultima "fatica", la collaborazione con Scattoitaliano, un nuovo brand di biciclette artigianali Made in Italy che ha come obiettivo quello di riscoprire le artigianalità del circuito ciclistico italiano, il concetto originario del vero Made in Italy che ha reso l’Italia famosa nel mondo, con nomi come Bianchi, Cinelli, Colnago, Legnago, Pinarello. 




Questa ricerca ha portato i designer di Scattoitaliano ad incontrare non delle aziende ma delle famiglie che da anni tramandano di generazione in generazione le loro tradizioni, che combattono ogni giorno contro l’industrializzazione votata ai grandi numeri, al basso costo, più che alla qualità, allo stile e all’unicità. Attraverso la ricerca e la scoperta di tecniche uniche sono nate le biciclette e i manubri Scatto Italiano che sono diventati l’accessorio a cui non può rinunciare chi crede nell’arte e nella creatività italiana, chi ama combinare il passato con il moderno per creare uno stile personale e chi ricerca l’originalità e l’eleganza tipica del Made in Italy. 





Il 26 Giugno scorso, alla Design Library di Milano, ovvero in uno dei luoghi internazionali di riferimento, Alessio Zulli, Scattoitaliano ed i suoi fondatori, Pietro Nicola Coletta e Giuseppe Gurrado, nonché gli altri artigiani del network sono stati gli ospiti del Giovedì Del Design, nella serata a loro interamente dedicata, dove il progetto tutto italiano, tutto artigianale e giovane che mette al centro l’uomo, in assoluta controtendenza con le logiche dell’industrializzazione votata ai grandi numeri, è stato raccontato in tutta la sua bellezza.

Come sempre il potere delle mani e del cuore vince e coinvolge, per un mezzo di trasporto così carico di storia e cultura, la poesia inizia dal pensiero di due moderni sognatori che decidono di cercare nella botteghe e nei laboratori artigiani, dove il tempo procede a ritmi più lenti, le parti di un unico sogno da assemblare insieme per dare vita alla loro forma.

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...