23 maggio 2014

ARTIGIANATO E PALAZZO: UN'EMOZIONE CHE DURA DA 20 ANNI


Non si arriva mai preparati ad Artigianato e Palazzo. Eppure, dopo 20anni, dovremmo essere abituati a gestirne l'attesa, a seguirne le dinamiche e a non preoccuparsi troppo delle previsioni meteo. Ma nonostante tutto, sembra sempre la prima volta, perché la bellezza spiazza sempre, è spietata, non lascia possibilità di respiro e poi perché quest'anno il sole è tornato ad essere uno dei protagonisti più graditi. 


E così è inevitabile che ogni volta sia come la prima, anche dopo due decenni, anche per occhi abituati all'eccellenza. Eccellenza di inquilini vecchi e nuovi, maestri nell'incontro delle arti, maestri dell'equilibrio formale tra ideale e manuale, tra sapere e saper fare. 

Perdersi tra le siepi del Giardino Corsini, rincorrersi tra le Limonaie, girovagare tra i banchi da "lavoro" lasciandosi guidare dalla curiosità, permettere all'ingegno umano di sorprenderti ancora e ancora...Artigianato e Palazzo è questo, è un weekend "guadagnato" perché è un weekend che insegna sempre qualcosa. 


Insegna che l'amore e la passione sono motori immensi, capaci di guidare le mani sulla superficie delle cose per tirar fuori la forma che esse stesse hanno nel "profondo", per accarezzare un' idea che sta acquisendo la sua naturale materialità. 
Gli artigiani sono dei demiurghi consapevoli, che sfidano la sorte per rincorrere un progetto, per non spegnere la fiamma dell'ispirazione. 


E tutto questo lo si respira nel Giardino al Prato, in un hortus conclusus in cui il tempo ha posato le sue orme, un giardino vigilato da rose, statue e mandarini, in cui tradizione e innovazione trovano il loro punto di incontro nella bellezza. 


Artigiani giovani e meno giovani operano fianco a fianco, dialogando tra loro attraverso le mani, attraverso occhi esperti, capaci di rubare i dettagli, di farli propri, di trasformarli in opere d’arte. 


Marmo, carta pesta, oro, paglia, cuoio, fibre naturali, metalli, vetro, legno, sono le materie “grezze” le vere e proprie “artigiane” di questo week-end. Materie che legano a doppio filo le diverse generazioni di maestri, materie che si lasciano modellare, seguendo tecniche e approcci sempre diversi, sempre da reinventare, materie che insegnano ai visitatori che”si può”, che vola solo chi osa farlo. 



E per questo Ventennale la Limonaia piccola è stata vestita di colori, quelli degli under 35 che hanno scelto i mestieri d’arte come loro vocazione, che hanno avuto il coraggio di investire nelle loro mani, nelle loro idee, nonostante una società che punta molto, e forse troppo, sull’immateriale. 


I giovani hanno bisogno di concretezza, di valori e tutto questo si percepisce appena si entra in questo castello di pietra, non appena si scorgono un telaio, una forma di violino, due scalpelli, una pressa e tanti bulini. Strumenti di passioni, di storie da raccontare, strumenti che ricordano un passato illustre, che ha bisogno di nuova linfa per tornare a risplendere. 



Artigianato e Palazzo è voglia di riscatto, è qualità, è affermazione, è entusiasmo, è bellezza, è sorpresa, è scoperta, è tutto ciò che non si finirà mai di imparare. 
Quattro giorni non bastano. Non bastano mai. Neanche dopo 20anni.



13 maggio 2014

I 20 ANNI DI ARTIGIANATO E PALAZZO NOI DI OMA2040 LI FESTEGGIAMO CON UNA “SFIDA”

Siamo pronti. Giovedì 15 Maggio apriranno le porte della XX edizione di Artigianato e Palazzo, la mostra-mercato fiorentina diventata ormai da anni prestigioso e imperdibile appuntamento per tutti gli amanti dell’artigianato di qualità. 

Per questa edizione speciale, gli organizzatori hanno lanciato ha lanciato il concorso BLOGS & CRAFTS, per sensibilizzare i giovani all’artigianato e per dare loro un’opportunità in più di crescita. Una iniziativa non autocelebrativa bensì con uno sguardo rivolto al futuro.

Una apposita giuria ha selezionato i migliori 10 artigiani under 35 che hanno richiesta di partecipazione invitandoli gratuitamente alla Mostra in un’area espositiva a loro dedicata all’interno del Giardino Corsini, e 10 bloggers operanti sui temi dell’artigianato, del lifestyle, della moda e del turismo: questi ultimi racconteranno in live blogging (con post, foto, interviste e video) la Mostra, con tutte le caratteristiche più salienti che la rendono unica nel suo genere in Italia. Al termine della manifestazione sarà loro richiesto di scrivere sui propri blog un racconto sull’esperienza vissuta a Firenze e sullo spirito che ha animato ARTIGIANATO E PALAZZO in questi primi vent’anni. Il tutto sarà seguito da La Nazione.

Ecco le foto dei partecipanti…noi di OmA2040 ci siamo in entrambe le “sezioni” ;)

GLI ARTIGIANI


I BLOGGERS



Inoltre vi ricordiamo che venerdì 16 Maggio alle 17 presso il Giardino Corsini, ci sarà la premiazione del vincitore del nostro BlogContest2…non mancate!

Artigianato e Palazzo
XXedizione
15-18 Maggio 2014
Giardino Corsini,
Via della Scala, Firenze

9 maggio 2014

LA FESTA DELLA MAMMA SU MAKE HAND BUY

Abbiamo già avuto occasione di "ospitare" sul nostro blog Rossella e la qualità dei prodotti di Make Hand Buy, e-commerce di artigianato
E così, per stuzzicare le vostre menti per la festa della mamma, abbiamo scelto di di nuovo questa piattaforma, come "suggeritrice".


"Ma chi è la mamma? È colei lei, lo sappiamo,in grado di capirci con uno sguardo, l’unica in grado di dirci di coprirsi bene anche in agosto, l’unica che riesca a raccomandarsi di mangiare sempre e comunque.Eccoci pronti a farvi venire la giusta ispirazione grazie ai prodotti interamente artigianali disponibili tutto l’anno su Make Hand Buy! Quale modo migliore, allora, per esprimere il vostro affetto se non donandole oggetti unici e realizzati con l’abilità e l’amore dei maestri artigiani? Ideale per le mamme alla ricerca dell’elisir di eterna giovinezza vi suggeriamo il kit per Hammam con prodotti 100% naturali e provenienti dal Marocco, patria dell’antica tradizione termale. Grazie ai prodotti inseriti nel kit sarà possibile ricreare nel proprio bagno l'atmosfera magica degli hammam, usando cosmetici che contengono qualità nutrienti, protettive e rigeneranti e che contribuiscono a rallentare l’invecchiamento della pelle.
Per una mamma sempre attenta alle ultime tendenze, pensate ad un folulard-collana super trendy. È possibile scegliere tra diverse fantasie e ciondoli: pendenti in pietre dure e cristalli, in ceramica o il moschettone.
Se la vostra mamma è invece iper-tecnologica ma anche iper-sbadata, vi consigliamo due tipologie di custodia per smartphone: quella più colorata e romantica in stoffa o quella più ironica in cuoio naturale con la scritta-reminder Keep Calm and Call Mum.
Ad una mamma gourmet e dal palato fine dovete obbligatoriamente far assaggiare le prelibatezze dell’isola di Pantelleria. Se ama il salato, apprezzerà la degustazione del tris di pesti a base di capperi, ottimi condimenti per primi piatti o per bruschette. Se invece predilige i dolci, non saprà resistere al tris di marmellate pantesche: di arance, di limoni e d’uva zibibbo.  

Vostra madre adora i gioielli e ne ha di tutti tipi? Sorprendetela con la vivacità nei colori e nelle forme dei gioielli africani. Dalle tradizioni delle donne Masai, nasce una collezione che reinterpreta l’artigianalità antica africana in chiave moderna. Un modo per distinguersi dalle amiche sostenendo il commercio solidale!
Alla mamma che si sente una vera designer date la possibilità di personalizzare la propria casa in modo unico e creativo con la fotografia e ridare così uno stile unico e tutto vostro a oggetti d’arredo e pareti. Insomma per ogni mamma il regalo perfetto: su Make Hand Buy avete solo l’imbarazzo della scelta!"

Grazie ancora a Rossella e buona festa della mamma a tutti :)

5 maggio 2014

ARNOLD: IL NUOVO TALENTO DELLA CREATIVITÀ FIORENTINA

Sono giorni che in città circola questo nome…ad ogni angolo si sente chiamare “Arnold! Arnold!” e a questo grido gli occhi dei creativi si illuminano, prendono vita. Nessuna psicosi, sia chiaro, ma solo una voglia matta di cambiamento, di idee giovani e fresche, di mani che si “aiutano” e che restituiscono forma agli oggetti. Ma chi è questo Arnold? Che vuole?


Sappiamo che l'hanno visto in pochi e che non ama tanto farsi vedere, ama piuttosto fare.
Arnold ha iniziato a lavorare con un piccolo gruppo spontaneo e accogliente di artigiani, designer e artisti che si erano dati nome Doltrarno. Come loro vuole promuovere il valore del talento e della creatività originale in costante fermento sulla riva meno conosciuta dell'Arno. Vive l'Oltrarno come un vero e proprio distretto creativo ad altissimo potenziale. Per esprimerlo agisce attraverso iniziative concrete di collaborazione insieme a tutte le persone che condividono con lui una precisa idea di qualità, alla base di tutto ciò che realizza, fondata su 5 princìpi: mani, ricerca, relazione, tracciabilità e territorio.

MANI
“Non immagino soltanto, non progetto soltanto, quello che realizzo ha preso forma nelle mie mani.”

RICERCA
“Posso fare ancora meglio,continuare a curare le mie capacità e le mie competenze, soltanto chi cerca, chi ri-cerca, prima o poi trova.”


RELAZIONE
“Scommetto che insieme possiamo arrivare prima e il risultato sarà migliore. Cosa posso dare? Devo ricordare di farmi questa domanda prima di chiedermi cosa posso ottenere.”

TRACCIABILITA'
“Provo a fare attenzione a tutti i passaggi del mio lavoro, l’impatto dei materiali, la logistica e le energie che uso. Che effetti può avere quello che faccio sulle persone e sull’ambiente che mi circondano?”

TERRITORIO
“Non credo esistano solo “cervelli in fuga”, cavolo ho sotto il naso un sacco di “cervelli in casa” da cui posso imparare e che scommettono sul loro talento con gratitudine e cura per il territorio che li ospita.”


Un appello per ciascuno di voi: il 9-10-11 Maggio presentati ad Arnold! Sei un artigiano, un designer, un artista senza uno spazio per esporre i tuoi lavori a Firenze? Arnold ti dà il benvenuto. Potrai trovare ospitalità per qualche tempo, presentare al pubblico quello che fai e confrontarti con il talento e la sensibilità di chi vorrà condividere con te gratuitamente il proprio spazio, le persone e gli spot di Arnold con cui organizzerai tempi e modi della tua permanenza, magari progettando insieme qualche evento comune o, chissà, qualche collaborazione futura. Compila il form per farti conoscere.
Uno speech di 60 secondi ciascuno per tirar fuori "ORECCHIE aperte e PAROLE ispirate" ;)
Non mancate!

1 maggio 2014

"GIOIELLI D'ARTISTA" - LA NUOVA MOSTRA DELL'ENTE CASSA DI RISPARMIO DI FIRENZE

Ha aperto i battenti ieri sera in occasione della Notte Bianca fiorentina la mostra ‘Gioielli d’artista. La tradizione nella modernità’, curata da Ornella Casazza e Laura Felici,  promossa e organizzata da Associazione Osservatorio dei Mestieri d’Arte e allestita allo Spazio Mostre dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze (Via Bufalini, 6) e al Museo Horne (Via de’ Benci, 6). 


L’esposizione è dedicata alle “arti orafe”, come “mezzo” di espressione di pittori, scultori e tecnici del settore, che hanno operato in Toscana e documenta, attraverso 300 opere di 32 autori, l’attività di quegli artisti impegnati nella ricerca tecnica e contemporanea che avvertono il bisogno di richiamarsi all’identità della tradizione italiana per riaffermarne con forza uno stile, nel segno dell’armonia, della misura, del gusto e della bellezza che per secoli hanno identificato la nostra realtà nazionale nel rapporto costante tra memoria e modernità.



 Principali protagonisti sono coloro che rivolgono la loro attenzione al gioiello inteso talvolta come scultura da indossare o come espressione di una raffigurazione pittorica o scultorea: espressione irripetibile che esprime una continua ricerca del segreto della bellezza, della sensibilità della forma e dell’innovazione. Tra questi, si presentano Igor Mitoraj, Ivan Theimer, Roberto Barni e Cordelia von den Steinen, scultori di fama internazionale già presenti con i loro gioielli nei nostri musei. Il piccolo formato, in oro, in argento o in metallo, trattiene ugualmente tutti i problemi e gli impegni della poetica dell’artista con elaborazioni appassionate e di grande fascino che sperimentano nuovi accostamenti di colori, materiali e tecniche. 



Gioielli d’eccellenza di non grandi dimensioni, ma ugualmente capaci di riflettere le continue sfide degli autori, sono affiancati alle loro opere pittoriche e scultoree per esprimere un concetto di preziosità. Alcuni artisti scambiandosi idee e abilità tecniche si sono uniti nella realizzazione di opere assolutamente originali: pittori e orafi, scultori e orafi, ceramisti ed orafi hanno dato vita a splendide spille, collane e pendenti in sinergica armonia.


La mostra presenta inoltre una sezione di artisti orafi che si sono formati nelle prestigiose scuole fiorentine Liceo Artistico di Porta Romana (già Istituto d’Arte) Le Arti Orafe e che qui sono riuniti in un corpus speciale tutto dedicato alla forma come a sancire la continuità e lo sviluppo di capacità e lavorazioni in continua evoluzione.


Gioielli e opere al Museo Horne
La sezione della mostra ospitata al Museo Horne ripropone modalità già sperimentate in precedenti eventi organizzati nel museo: i gioielli e le opere concessi dagli artisti e selezionati dai curatori sono esposti nelle sale del museo sugli antichi arredi e accanto ai dipinti e alle sculture che formano la collezione d’arte di Herbert Horne. Si tratta di accostamenti a sottolineare quanto già espresso dal titolo dell’esposizione (Gioielli d’Artista. La tradizione nella modernità) consentendo, ad esempio, al grande cavallo il bronzo di Ivan Theimer di dialogare con il cavallo in terracotta di Jacopo Sansovino, e ai gioielli di Igor Mitoraj e Cordelia Von den Steinen di confrontarsi con i diademi delle Madonne trecentesche e con la superfice dorata della tavola con Santo Stefano di Giotto. Accostamenti talvolta inusuali e provocatori, fatti comunque per gettare luci nuove e diverse sia sulle esperienze del contemporaneo sia sulle stesse opere antiche.
Il coinvolgimento del Museo Horne ha tuttavia anche ulteriori significati. Tradizione e modernità sono due termini entro i quali può essere racchiusa la stessa figura di Herbert Horne, sia come collezionista sia come architetto e designer. Gli artisti che espongono nelle sale del museo sono, come Horne, stranieri e, come Horne, hanno guardato all’arte italiana con spirito sensibile e coinvolgente, scegliendo in vari casi la Toscana come luogo di vita e di lavoro: Do König Vassilakis (dalla Germania a Lucca), Florence Lopez (da Parigi a Firenze), Igor Mitoraj (dalla Polonia a Pietrasanta), Ivan Theimer (dalla Slovacchia a Pietrasanta), Cordelia Von den Steiner (dalla Svizzera a Fivizzano).


Gli artisti presenti in mostra:
Stefano Alinari, Ornella Aprosio, Daniela Banci, Marzia Banci, Roberto Barni, Lisa Beatrice, Leonardo Bossio Carolina Bucci, Angela Caputi, Alessandro Dari, Angela De Nozza, Do König Vassilakis,  Fuchi Arata, Danilo Fusi, Marco Garezzini, Florence Lopez, Igor Mitoraj, Orlandini, Paolo Penko, Giordano Pini, Claudio Ranfagni, Paola Staccioli, Paolo Staccioli, Ivan Theimer, Tomaso Tommasi, Cordelia Von den Steinen, Negar Azhar Azari, Andrea Giunti, Ginevra Landi, Chiara Magazzini, Simone Renai, Viola Tagliavini.

Catalogo
Gioielli d’Artista. La tradizione nella Modernità

a cura di Ornella Casazza e Laura Felici
con presentazioni a cura di A. Paolucci, C. Sisi e E. Nardinocchi
ed. Polistampa (IV volume Collana editoriale OmA-Spazio Mostre)
€ 10, 00€  pagg. 160

Gioielli d’artista. La tradizione nella modernità
Dal 30 aprile al 15 ottobre
A cura di Ornella Casazza e Laura Felici
Spazio Mostre - Ente Cassa di Risparmio di Firenze – Via Bufalini 6 – Tel. 055 5384001 - Ingresso libero
Orario: da lunedì a venerdì 9-19/Sabato e domenica 10-13 e 15-19
Museo Horne – Via de’ Benci 6, Firenze – Tel. 055 244661 - Ingresso ridotto  € 5 – Orario: da lunedì a sabato 9-13

Visite guidate su prenotazione
Spazio Mostre- Ente Cassa di Risparmio di Firenze
La visita si svolge solo su prenotazione 055. 5384964/5 staff@osservatoriomestieridarte.it
Mercoledì ore 10-12 / Giovedì ore 16.30-18.30
Museo Horne
La visita guidata alla sezione del Museo Horne solo su appuntamento prenotando allo 055. 244661


Alcune immagini delle opere esposte sono scaricabili dal sitowww.entecarifirenze.it/area-stampa

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...