5 novembre 2013

FIRENZE/GERUSALEMME|OLTRE I MURI DEL PIANTO - PAOLO CARANDINI IN MOSTRA


Riscoprire i mestieri d’arte vuol dire soprattutto conoscerli, capirne le tecniche, gli strumenti e le potenzialità espressive, avvicinarli alle nostre particolari sensibilità per scoprire come tirar fuori tutta la creatività sopita.
Una mostra “può” tutto questo: può farci apprendere, esperire, ammirare, soprattutto una mostra preparata con cura, che parla degli oggetti,  che parla di un grande maestro artigiano come Paolo Carandini.
Firenze/Gerusalemme|Oltre i muri del pianto”, curata da Renata Summo-O’Connell, è una ricerca coraggiosa per trovare quello che i muri hanno oscurato e cercato di contenere.

"Scritte, incise, dipinte, graffiate, avverto un peculiare dolore affiorare dalle parole sui muri, indipendentemente da quel che esse significhino; come se per emergere alla voce esse dovessero a stento conquistarsi un varco nella densità minerale; quale acqua che filtra dalla roccia, farsi pianto. Ogni muro attraverso cui si parla è in definitiva un muro del pianto e come tale il rudere di un tempio. Quel che poi io rappresento con quei pesci e rami, insetti e foglie altro non è che l’oltre di quei muri, l’originario tempio".

Queste le parole del Maestro, le cui origini nella pratica dell’artigianato affiorano in superficie attraverso un innovativo uso di medium classicamente italiani come cuoio, legno, pergamena, usati per realizzare questi piccoli "collage murari", che mantengono, nelle forme più disparate, la sapienza del "fatto a mano". 


Questo progetto è ideato da Artegiro, un partner concettuale e curatoriale, senza una base fissa, a cui piace far interagire l’arte contemporanea e gli artisti.

Qui, il catalogo completo della mostra.

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...