28 novembre 2013

MANUALMENTE CERAMICA 2013

La ceramica è un materiale che molti giovani, anche tra i nostri protagonisti, stanno riscoprendo. È un materiale povero, che sublima, come pochi altri, la magia del rapporto ancestrale tra il “fare” e la terra.
A tutti gli appassionati di questa splendida arte, ricordiamo che il FAI, vi dà appuntamento a Villa Necchi Campiglio (MI) con “Manualmente ceramica”, mostra e mercato di ceramiche realizzate e dipinte a mano, che, dal 30 Novembre al 1 Dicembre, vedrà la presenza di una ventina di espositori accuratamente selezionati, provenienti dall'Italia e dalla Gran Bretagna, accompagnati dalle loro produzioni artistiche migliori, frutto di manualità, intelletto, passione e creatività.
Oltre al piacere di passeggiare all’interno del campo da tennis della Villa e ammirare i capolavori dei Maestri presenti, nei due giorni di mostra e mercato sarà inoltre organizzato un ricco calendario di dimostrazioni dal vero di lavorazione al tornio e manuale e di decorazione su ceramica a cura di Officine Saffi, Lab. Si alterneranno inoltre interessanti conferenze e “confronti a due” sul tema dell'arte ceramica per raccontarne l'evoluzione e le diverse interpretazioni contemporanee.
Per conoscere nel dettaglio la lista degli espositori e il programma dei dibattiti, visitate il sito del FAI.


Per l'occasione, ci sarà anche una speciale vendita di pezzi unici della collezione di ceramiche ungheresi, prodotte tra gli anni '50 e gli anni '80 dei più noti designer dell'Est Europeo che il pittore Sam Havadtoy, creatore della Galleria 56 a Budapest, ha donato al FAI.
E ancora, fino a lunedì 6 Gennaio 2014 negli spazi di Villa Necchi saranno esposte un centinaio di opere di importanti artisti, designer, maestri della ceramica, caratterizzate da stili, tecniche e ispirazioni culturali differenti: da Antonia Campi ad Alessandro Mendini, da Bertozzi e Casoni a Franz Staehler e ancora Antonella Ravagli, Paolo Anselmo, Bottega Gatti, Ugo La Pietra, Giacomo Alessi e tanti altri. Le opere in mostra saranno in vendita e, grazie alla generosità degli artisti, parte del ricavato verrà devoluto al FAI.

INFO
Manualmente Ceramica
30 Novembre-1 Dicembre 2013
FAI - Villa Necchi Campiglio
Via Mozart, 14 - Milano
Tel. 02 76340121
Email: fainecchi@fondoambiente.it
 
Orari: dalle 10 alle 18 
Biglietti: Adulti: € 6,00
Ragazzi (4-14 anni): € 4,00
Iscritti FAI: € 4,00
Biglietto cumulativo villa + manifestazione:

Adulti: € 15,00
Ragazzi (4-14 anni): € 5,00
Iscritti FAI: € 5,00


25 novembre 2013

AL VIA IL NUOVO LABORATORIO DI LEGATORIA DE LA MELA DI CARTA

 In questo 25 Novembre, Giornata Internazionale contro la violenza sulle Donne, vogliamo parlare di progetti ed eventi al femminile. Il nostro tandem creativo, ormai da tempo collaudato, La Mela di Carta presenta il loro nuovo corso di legatoria presso la Fondazione Primo Conti di Fiesole (FI).


Eugenia Di Rocco e Giulia FusiLa Mela di Cartaper tre incontri, 4-9 e 11 Dicembre dalle ore 10 alle 12, accompagneranno tutti gli appassionati nella scoperta di tecniche artigianali meravigliose, passando dalla carta marmorizzata fino alla legatoria orientale in stile giapponese. Questo il “programma”, che consentirà ai frequentatori di realizzare un proprio quaderno, interamente fatto a mano:

Primo incontro: introduzione alla legatoria e alla carta marmorizzata. Una tecnica antica per decorare la carta. La carta viene colorata indirettamente tramite passaggi di colori. Un metodo così vario e differente dalle altre tecniche da rimanere affascinati. La carta, così creata, verrà poi utilizzata per rivestire i quaderni.
Secondo incontro: legatura orientale in stile giapponese.
Terzo incontro : cucitura di un quaderno con la tecnica a vista, utilizzeremo la carta marmorizzata per decorare e rendere ancora più colorata la nostra coperta. 

Per info



Per conoscere meglio Eugenia e Giulia, visitate il loro sito!

21 novembre 2013

“OPEN TO ART”: IL PRIMO CONCORSO DI CERAMICA DEL GRUPPO OFFICINE SAFFI


Cari lettori appassionati e professionisti del mondo della ceramica attenti!
Avete tempo fino al 10 Dicembre per partecipare al concorso “Open to Art”, promosso dal gruppo Officine Saffi, con il patrocinio del Comune di Milano.

Questo contest di ceramica d’arte e di design ha lo scopo di valorizzare l’utilizzo della ceramica nell’arte contemporanea, nel design e nell’arredamento. È aperto a tutti gli artisti contemporanei e di ogni nazionalità, singoli o associati. Non ci sono limiti di età, né vincoli tematici!

Due le sezioni di concorso: la Ceramica d’Arte e la Ceramica di Design. Criteri fondamentali di selezione saranno la qualità, la ricerca, l’originalità e la contemporaneità dell’opera. Ogni concorrente può partecipare con una sola opera per ciascuna sezione. Possono però essere inviate immagini di altre opere, oltre quella con cui si concorre, al fine di rendere una idea più esemplificativa della poetica dell’artista.

È ammessa l’esecuzione delle opere con qualsiasi tecnica ceramica. Le opere possono prevedere l’utilizzo di altri materiali se pur in modo non prevalente e devono avere una dimensione massima di 100x100x100 cm. 

È possibile iscriversi scaricando il modulo per la preiscrizione sul sito ed inviandolo compilato in tutte le sue parti a concorso@laceramicainitalia.com

Quota d’iscrizione: 40 euro

I lavori saranno valutati da una giuria internazionale, i cui criteri fondamentali di selezione saranno: qualità, ricerca, originalità e contemporaneità dell’opera.

PREMI
1° premio – Ceramica d’Arte: € 5.000,00
1° premio – Ceramica di Design: € 5.000,00

Tutte le opere finaliste saranno presentate nell’ambito di una esposizione dedicata, organizzata da Officine Saffi Ceramic Arts Gallery a Milano, che inaugurerà il 2 Aprile 2014 in occasione del MiArt e del Fuori Salone.




19 novembre 2013

NATURA DONNA IMPRESA VERSO L'EXPO 2015: A MILANO IL WEEKEND SI TINGE DI GREEN-PINK!

Dove sta scritto che l’inverno deve per forza essere grigio? In questo fine settimana a Milano andranno di moda il verde e il rosa della rassegna Natura Donna Impresa Verso Expo 2015, una tre giorni dedicata alla creatività femminile declinata in chiave ecologica, con la selezione di numerose designer in un percorso espositivo affascinante tra accessori, gioielli, abiti unici e oggetti di design. E poi dibattiti, presentazione di libri, eventi, consigli di stile, suggerimenti per il beauty e molto altro ancora, per un programma assolutamente da non perdere!

Questa manifestazione non è solo moda e design ma anche impegno sociale con l’adesione alla Giornata Mondiale contro la violenza sulle Donne che ricorre il 25 novembre.
Per celebrare questa data, l’organizzazione ha deciso di rendere omaggio all’artista Elina Chauvet,  autrice della performance d’arte pubblica Zapatos Rojos fatta in giro per il mondo, che vede come protagoniste centinaia di scarpe rosse femminili, simbolo delle migliaia di donne che nel mondo sono vittime ogni giorno di violenza.

Prendendo spunto da questa performance suggestiva durante la giornata di inaugurazione - venerdì 22 novembre – tutte le donne presenti all’evento indosseranno delle “scarpe rosse” e tutte le visitatrici che sceglieranno di visitare la mostra con calzature rossa e simbolicamente di aderire alla performance, verranno fotografate,  per andare a comporre un significativo “NO alla Violenza sulle donne”.

Ad accompagnare le eclettiche giornate espositive, come sempre l’ironica scelta della Comunicazione con una headline che rilegge la celebre frase dell’icona dello stile di tutti i tempi - Coco Chanel - “la moda passa lo stile resta” che diventa: “la moda passa … il critical fashion semina!” per richiamare l’attenzione alla Storia della Moda e inserire in questo contesto aulico, l’universo del green fashion design. Nella Città della Moda e del Design capitale della Fashion Week e della Design Week più note al mondo, si realizzano eventi altrettanto importanti che non passano semplicemente ma invadono le strade e SEMINANO!

Anche noi, come blog, abbiamo “seminato”: infatti all’esposizione sarà presente la nostra Laura Rovida con i suoi meravigliosi capi in fibre naturali tessuti completamente a mano.

Natura Donna Impresa Verso Expo 2015 sarà aperta al pubblico con ingresso libero e gratuito, nei seguenti orari:
- venerdì 22 novembre, dalle ore 16.00 alle 21.00
- sabato 23 novembre, dalle ore 11.00 alle 20.00
- domenica 24 novembre, dalle ore 10.00 alle 20.00





18 novembre 2013

ELEONORA PIMPONI E FRANCESCO MEDORI- ECODESIGN EUREKA


Ci stanno dicendo ormai da tempo che in periodi di grossa crisi come questo, l’unico modo per “sopravvivere” è adattarsi, è investire su se stessi per cercare quelle risorse che diano la giusta spinta per ri-pensare ad un nuovo modo di lavorare. 
Oggi tra i nostri protagonisti siamo contenti di accogliere due “camaleonti” dei nostri giorni, Eleonora Pimponi e Francesco Medori, due giovani artisti/ecodesigner che amano giocare con materiale di recupero per trasformarlo in qualcosa di “significante”.

Una storica dell’arte, lei, e un laureato in economia e commercio lui, insieme hanno formato Ecodesign Eureka, un progetto nato per unire al concetto di arte quello per il rispetto dell’ambiente. Dare nuovi significati all’insignificante è il motto che i due artisti si impegnano ad applicare ogni giorno proponendo insoliti oggetti unici d’arredamento, illuminazione, ma anche vere e proprie opere d’arte.

Attraverso la loro azione artistica lo scarto ed il rifiuto possono acquisire una nuova vita estetica e nuovi aspetti funzionali, rispettando e proteggendo l’ambiente dall’attuale società incline al mero consumismo sfrenato.

La loro ispirazione viene da lontano, prende avvio dalle lezioni dei grandi maestri del passato e da un’analisi basata su una creatività diversa, che possa essere il più possibile indipendente, artigianale ed economica. E così sostenibilità e designinnovazione e tradizione, vecchio e nuovo si fondono in un unico abbraccio, attraverso oggetti unici, belli, funzionali.

Per chi fosse interessato al lavoro di Eleonora e Francesco, può visitare il loro sito internet o la loro fan page su Facebook. Inoltre, i più creativi di voi, possono partecipare ai corsi di ecodesign organizzati da loro, per un pubblico di tutte le età! Chiedete info a ecodesigneureka@gmail.com.


AL VIA LA TERZA EDIZIONE DI CULT VENEZIE, IL SALONE EUROPEO DELLA CULTURA


Dal 22 al 24 Novembre, Venezia sarà animata dal Salone Europeo della Cultura: 50 appuntamenti, 100 espositori, 150 relatori per promuovere quella cultura del fare di cui in Italia si sente sempre più il bisogno.

CulT Venezie è un’iniziativa che parla di progetti volti a valorizzare la cultura italiana ed europea, costruendo reti e relazioni tra le culture, le nuove forme nelle quali si esprimono e influenzano gli stili di vita e la produzione di beni e servizi. 

CulT in questa sua mission intende ri-usare in chiave innovativa il patrimonio culturale e artistico ereditato dal passato, usando i nuovi linguaggi e i nuovi strumenti con i quali si esprime l’era digitale, e così dare forma ed espressione a nuovi luoghi e modalità di racconto del contemporaneo.  
Questa  terza edizione del Salone Europeo della Cultura si intitolerà Cultura#Manifattura. 
Significativo lo slogan scelto: “Cultura è Manifattura, perché siamo figli di Giotto noi italiani e non di Bill Gates”.


Il Salone è animato da 4 diversi progetti autonomi, con Cultura#Manifattura come minimo comune denominatore: 
Open Design Italia è un concorso-mostra-mercato che promuove la pratica degli autoproduttori, figure ibride a cavallo fra designer e artigiani di nuova generazione. La manifestazione costituisce una vetrina ideale per i designer che entrano in contatto diretto con l’utente finale e mettono in risalto l’intera filiera produttiva dei propri prodotti: dal progetto, alla realizzazione, alla distribuzione. 
Nuove Tecnologie Digitali per la Cultura metterà in evidenza tutte le nuove forme con le quali la cultura si trasmette e con le quali alla cultura si può accedere e si può farne esperienza, permettendo al pubblico di visualizzare e sperimentare quanto le nuove tecnologie aprano orizzonti nuovi e creino opportunità per un nuovo approccio alla cultura. 
Restauri Aperti aprirà le porte dei cantieri dei principali palazzi veneziani per permettere agli operatori del settore e agli interessati di conoscere dal vivo le tecniche, i materiali e le tecnologie utilizzate dalle imprese e dagli artigiani del restauro in quel grande laboratorio del restauro che è Venezia. La sezione si articola in un programma “in” dove vengono ospitati seminari specialistici dedicati ai cantieri selezionati, e in un programma “off” che offre ai partecipanti la possibilità di partecipare a visite guidate in cantiere.  
Insegnare la moda. Modelli e politiche culturali tra formazione e industria: il primo convegno internazionale promosso da MISA- Associazione Italiana degli Studi di Moda intende affrontare il tema della formazione dei creativi, sia come espressione dell’identità della nostra moda, sia in rapporto con l’importante realtà industriale del nostro paese, con l’obiettivo di essere occasione di incontro e confronto positivo tra i leader del settore e diventare un punto di partenza per nuove azioni virtuose della moda italiana. 

Spazi espositivi, workshop e convegni saranno l’anima di una manifestazione di tre giorni che si terrà in un luogo simbolo della nuova Venezia, l’area del Terminal San Basilio.



Grazie al premio speciale MiBACT, - Patrimonio culturale, assegnato nell'ambito della IV edizione del Concorso DAB - Design per Artshop e Bookshop, la nostra Giulia Ciuoli sarà presente a Open Design con il suo progetto “Traccia”, che ha riscosso notevole successo anche tra i giurati, che hanno apprezzato del lavoro in particolare il raffinato accostamento tra segni ed elementi caratterizzanti la storia del patrimonio culturale italiano, ivi compresi significativi riferimenti al paesaggio, tradotti in un originale design del tessuto, capace di coniugare arte e cultura contemporanea con le tradizioni del made in Italy.

Davvero un grande in bocca al lupo a Giulia e complimenti per aver vinto questo prestigioso premio. 

16 novembre 2013

L'INFERNO DANTESCO DI SIMONE NALDINI

Un artigiano "particolare" il nostro Simone Naldini. Un giovane appassionato della pirografia e dell'Inferno di Dante.
Nel suo post di presentazione ci racconta come si lavori un legno con questa tecnica...davvero una maestria eccezionale! I risultati? Guardate questo slideshow qua sotto...le opere parlano da sole.


15 novembre 2013

LAURA ROVIDA…WORK IN PROGRESS!

Torniamo a raccontarvi di come Laura Rovida, vincitrice del nostro primo Contest, sta portando avanti il suo progetto di “crescita”. Il suo nuovo sito, con la sua “bottega virtuale” in cui i clienti possono personalizzare a più livelli i prodotti acquistabili on line, sta procedendo :)
 E per raccontarvi come nasce e si evolve un’idea, abbiamo chiesto a Laura di descriverci come si sente, come questa opportunità che il blog OmA204 le ha dato, stia riempiendo le sue giornate.

È un progetto ambizioso quello che sto portando avanti grazie ad OmA e devo ammettere che ci sono stati momenti in cui mi ha messo a dura prova: coordinare molte professionalità con competenze diverse e modi diversi di lavorare è stato l'aspetto più difficoltoso.
Nonostante questo ed anzi proprio per questo, il progetto mi sta dando la possibilità di crescere professionalmente!
Sono molto orgogliosa dei risultati che sto ottenendo, soprattutto grazie alla competenza delle persone che mi affiancano e naturalmente al sostegno insostituibile dello staff di OmA.
Lavorare con una grafica professionista, Manukrea, mi ha permesso di comunicare al meglio il concept di Rovida Design, e visto che tutto ciò in cui credo profondamente si riflette nel mio lavoro, sono emozionata nel vederlo rispecchiato nelle pagine del nuovo sito che stiamo costruendo!"

Il risultato ci sembra ottimo, non trovate? ;)


Ancora un grande in bocca al lupo a Laura per questa avventura…vi terremo aggiornati su come sta andando!

14 novembre 2013

ANNA PRIMI


Tra le nostre passioni, da sempre, c’è il teatro. E ci fa davvero piacere accogliere oggi tra i nostri protagonisti Anna Primi, una giovane artigiana che si occupa di costumistica teatrale e scenografia.
L’interesse di Anna per teatro parte dal mondo del travestimento, dal quel piacere ludico di creare attraverso i costumi e il trucco personaggi senza tempo, dai tratti onirici, che si muovono nello spazio raccontandoci delle storie e stimolando la nostra fantasia.

Prima l’Accademia di Belle Arti a Bologna e dopo la Spagna: Anna si forma all’interno di teatri di vario genere, cucendo vestiti e occupandosi di scenografia, riscoprendo giorno dopo giorno questa vocazione che la spinge a lavorare con ago e filo.

I suoi studi accademici e le sue conoscenze artistiche la portano a fondere insieme vari stilemi per crearne sempre di nuovi. Questa sua creatività non si ferma al mondo teatrale: 
Anna infatti, al suo rientro in Italia, qualche anno fa, decide di dedicarsi alla moda, alla produzione di abiti originali adatti ad ogni target ed età.

Per lei il lavoro comincia con il disegno pittorico del bozzetto, la ricerca di forme e materiali, ma soprattutto passa attraverso al sperimentazione, la ri-combinazione di stoffe o vestiti di “recupero”, che, se assemblati sapientemente, possono riacquistare nuove funzioni e qualità estetiche.

La creatività di Anna è contagiosa, visitate il suo blog o scrivetele a
anna.primi@yahoo.it...qualche idea carina balenerà in testa anche a voi ;)

LE UTLIME MOSTRE INTERNAZIONALI DI STEFANO PEDONESI

Libera circolazione di persone e di idee: l’Europa è anche questo. E se le idee migliori, ma soprattutto i prodotti migliori, sono in Italia, è chiaro che i paesi dell’unione abbiano voglia di far “circolare” nei loro territori la qualità Made In Italy. E così la Francia e il nostro protagonista Stefano Pedonesi si sono incontrati, dando modo al pubblico d’oltralpe di poter ammirare le creazioni del giovane orafo lucchese.


Due gli eventi in programma: fino al 24 Dicembre alla Galleria Goutte de Terre di Parigi, i gioielli di Stefano saranno presenti alla mostra 200 Bagues/20 Créateurs (200 anelli/20 artisti), manifestazione inserita all’interno dell’importante Circuit Bijoux in corso fino a Marzo 2014 nella capitale francese.


Inoltre Stefano è stato selezionato tra i partecipanti della mostra La Cour des Miracles che si terrà da Dicembre 2013 a Gennaio2014 presso lo spazio espositivo Alliages a Lille, dedicato al gioiello contemporaneo, in cui si "raccolgono" i migliori esponenti delle ultime tendenze in materia di oreficeria.
Siamo davvero contanti che anche Stefano Pedonesi sia tra questi ;)
Davvero complimenti!

13 novembre 2013

DUE WORKSHOP IN MOSTRA AD AREZZO


I workshop organizzati da bravissimi makers, oltre a farci divertire, ci avvicinano a quella dimensione onnipotente in cui siamo in grado di costruire di tutto. La componente ludica è assolutamente il catalizzatore di questo processo ;) Ma gli oggetti realizzati nei laboratori, che fine fanno? Molti li custodiscono gelosamente i “padroni”, esponendoli su scaffali ben in vista a mo’ di trofei. Altri invece diventano opere in mostra, come nel caso di “Laboratori fotografici in mostra. Fotografia analogica e documentaria” che inaugura venerdì 15 Novembre dalle ore 18:00 al n. 15 di via de Redi ad Arezzo, presso lo spazio di sperimentazione e stampa di fotografia Luciferi Visionibus, per proseguire alle ore 19:00, al n. 33 di via Garibaldi, presso Galleria 33 di Tiziana Tommei.

L’evento, con Deaphoto Media Partner, si propone di presentare il prodotto dei laboratori dedicati rispettivamente alla fotografia analogica e documentaria, già organizzati presso Galleria 33 e interni all’evento “BANG!Nuove Generazioni Fotografiche”.

Due workshop, due esposizioni. Presso lo studio di fotografia di via de Redi sarà esposta la “slow photography” e le sperimentazioni con il banco ottico, scatti dal corso curato da Alessandro Schinco il 20 ottobre scorso e intitolato “Introduzione alla Fotografia Analogica del Grande Formato. Teoria di Ripresa e pratica con Banco Ottico e introduzione teorica dei primi passi allo sviluppo del colore”. La 33 proporrà fotografie e video selezionate dal reportage svolto presso il quartiere di Tortaia (Arezzo), focus del workshop La fotografia documentaria come lettura del territorio”, diretto da Sandro Bini il 27 ottobre.
Le foto in mostra sono di Andrea Bianconi, Eleonora Bindi, Sandro Bini, Giuseppe Bocci, Lorenzo Carnevali, Mario Cavigli, Luca De Paquale, Antonio Mariotti, Simone Marraghini, Simone Martini, Silvio Simi, Luigi Torreggiani.

“Laboratori fotografici in mostra” resterà visitabile fino al 24 novembre presso Galleria 33 – venerdì e sabato h 16.30/19.30 e domenica 11/13 e 16.30/19.30 – e Luciferi Visionibus – dal lunedì al sabato, dalle 12 alle 20.

INFO.
LABORATORI FOTOGRAFICI IN MOSTRA
fotografia analogica e documentaria *
15 | 24. 11. 2013
Opening 15 novembre:
H 18 Luciferi Visionibus
H 19 Galleria 33

Luciferi Visionibus / via de’ Redi 15 Arezzo

Galleria 33 / via Garibaldi 33 Arezzo

I PROSSIMI APPUNTAMENTI DELLA NOSTRA PROTAGONISTA GERLAHANDMADE


Nuove creazioni, quindi nuove "Mentali Manipolazioni Meccaniche", per Gerlahandmade e…per tutti voi!
Francesca, la nostra protagonista, ha scelto due eventi differenti per far conoscere al pubblico le sue ultime fatiche e le nuove collaborazioni, quella con Creative&Co e Not For Tourist Rome.

Il 14 Novembre Radio Rock presenta al Planet di Roma L’Orchestraccia, una band specializzata nella riscoperta dei valori, delle parole e dei suoni della vecchia Roma (dal Belli a Trilussa a Gabriella Ferri) pescando nella tradizione e offrendo vivaci nuove composizioni. Sarà questa la cornice che dalle 20, a ingresso gratuito, ospiterà il mercatino creativo e vintage di Creative & Co. a cui parteciperà la nostra Gerlahandmade, e l’aperitivo.
Dopo il concerto, tutti in pista col Dj set a cura di Radio Rock!

INFO
Planet
Via del Commercio, 36
00185 Roma  


Il 15 Novembre invece, Francesca vi aspetta al MADE IN ROME - Musica, artigianato e degustazioni di prodotti tipici, una selezione dei migliori artigiani e produttori enogastronomici di Roma e dintorni organizzata da Not for Tourist Rome.

Un'occasione unica per deliziare tutti i sensi nell'esclusiva cornice dello Spazio 85a.

Dalle 18.30, ingresso gratuito!

INFO
Spazio 85,
Via San Tommaso D'Aquino 85 (zona Prati), 
Roma

GerlaHandmade by Francesca Gerlini
3384561734

12 novembre 2013

“OPEN WEEKEND” A FIRENZE: IN VIA SANTO SPIRITO DUE GIORNI DI BOTTEGHE APERTE


Via Santo Spirito è una strada speciale, è una strada “generosa”, che regala emozioni, qualità, tradizione e saper fare. È una strada votata all’artigianato, ricettacolo di laboratori dove da anni si forgia la storia di Firenze, fatta di capolavori e buon gusto.
In questo fine settimana, le botteghe della zona si apriranno al pubblico, anche di domenica, per far conoscere ai fiorentini e “ai forestieri” i loro prodotti unici e particolari, realizzati con sapienza e amore.
Reinterpretare e innovare, sono questi i principi che animano la nuova generazione di artigiani, attenti conoscitori del passato, ma saldamente ancorati al presente.


Gli attori di questa due giorni sono molte delle attività commerciali che si affacciano sulla strada tra cui:

  • LVX by AREA il nuovo spazio di progettazione e interior design che ritorna in Oltrarno. Uno studio di idee che ha vestito prestigiosi hotel, SPA e dimore private.
  • FIORILE un fioraio molto particolare e per l'occasione presenterà un’anteprima del Natale, con composizioni, ghirlande e quanto altro serve per far fiorire lefestività'.
  • ANTONIO LIONETTI HOME DESIGN negozio-atelier, studio di progettazione con le proposte più attuali dell'home living.
  • STUDIO PUCK storico punto di riferimento per sofisticati complementi d’arredo: in questo week end sarà' possibile vedere la nuova collezione Animalier, proposta di recente alla fiera di Parigi, composta da soggetti legati al mondo animali, reinterpretati attraverso l'incisione.
  • CASTORINA storico nome legato a tutto quanto riguarda il legno, l'intaglio, la doratura e l'argentatura, oggi anche con anche complementi di arredo e arredi (anche su misura).
  • ANGELA CAPUTI Giuggiù - un Atelier ricco di bijoux speciali e raffinati. Creazioni uniche e senza tempo, realizzate a Firenze e caratterizzate dai tanti colori e dal design affascinante.
  • QUELLE TRE Fogge elementari, tessuti pregiati e accostamenti di colore divertenti caratterizzano, dal 1989, lo stile “Quelle Tre”. Abiti, borse, cappelli, gioielli e tanto altro vestono una donna senza età, giovane e curiosa di spirito, alla ricerca di uno stile senza tempo per una femminilità inusuale e sempre attuale.
Aperitivi e musica completeranno la cornice di questo evento :)


INFO
Via Santo Spirito. Atelier Aperti
FIRENZE
Sabato 16 e domenica 17 dalle 10.30 alle 19.30
dalle 17.00 musica & aperitivi nelle botteghe

11 novembre 2013

ANNA SALVIATO



Un processo michelangiolesco quello che porta alla costruzione di un mobile da una tavola di legno. Levare materia per dar vita a una forma, è uno dei miracoli che riesce a compiere chi lavora con le mani.

Contribuire alla nascita di un mobile è emozionante, coinvolgente, essere l’artefice della sua ri-nascita, forse, lo è ancora di più.
Anna Salviato, la nostra protagonista di oggi, ha scelto la ri-nascita, ha deciso di rimettere in piedi arredi demodé, ma ancora funzionali, operando nel laboratorio della falegnameria di famiglia, Arredamenti S31, fondata dal nonno, diversi anni fa.

Ci sono voluti un diploma al Liceo Artistico di Venezia, un corso in scultura e uno in restauro del mobile per creare Novostyle, il suo progetto di recupero e personalizzazione di oggetti d’arredo privati o costruiti nella falegnameria di famiglia.
Laccature, decorazioni con foglia d’oro e d’argento, anticaratura e integrazionid i vetri e stoffe, sono queste le tecniche usate da Anna per ridare vigore a mobili un po’ stanchi.

Novostyle è quello che sono, quello che sono stata e quello che sarò – ci racconta -  è un ponte tra presente passato e futuro, un filo conduttore tra le mie esperienze, sogni ed emozioni. Questi mobili parlano di me, di quello che ho apprezzato ed assimilato nella mia esperienza personale”.

Negozi, alberghi, fiere, barche, le creazioni di Novostyle si adattano perfettamente a numerosi ambienti, grazie all’assoluta personalizzazione e qualità garantita da Anna.
Per scoprire ulteriori dettagli, visitate il sito o scrivete a anna.salviato@gmail.com


oma2040's Anna Salviato album on Photobucket

16-17 NOVEMBRE "CONTANIMA" A QUARRATA (PT): L’ARTE DEL CONDIVIDERE


62 aziende partecipanti, 185 prodotti e 1 sola idea: condividere. Il mondo dei social ci ha ricordato che uno dei punti di forza su cui noi italiani possiamo ancora far leva è la condivisione. Condividere per arricchire, per arricchirsi, condividere perché “in due si va sempre da qualche parte”. E poco importa se si tratta di progetti, di imprese, di oggetti o di strumenti, lavorare insieme porta sempre buoni frutti.
Lo hanno capito perfettamente le realtà produttive che animeranno a Quarrata (PT) la due giorni di “Contanima”, il format che mira alla valorizzazione e allo sviluppo del territorio attraverso l’integrazione delle esperienze produttive e commerciali.  Dalla “contaminazione” dei vari settori e delle varie realtà aziendali si possono creare delle sinergie fra le imprese che favoriscono il loro sviluppo e il loro successo sui mercati nazionali e internazionali, sia attraverso la creazione di nuovi prodotti che attraverso una nuova modalità di presentazione.

"E' necessario mettere a sistema tutta l'offerta culturale, produttiva, commerciale e turistica: arte, design, arredamento, florovivaismo, tessile, enogastronomia. Condividere le esperienze, creare una rete di tutti i soggetti, per fornire offerte integrate in un unico prodotto: il territorio " questo è il must di Contanima.

Il progetto mira a creare delle sinergie tra le imprese del territorio con l’obiettivo generale, a prescindere dall’evento, di fornire uno spazio espositivo comune per le diverse realtà coinvolte, restituendo a Quarrata e alle imprese che vi operano un ruolo di primo piano nel mercato nazionale e internazionale.

La manifestazione costituisce il primo step del più ampio progetto di dare vita a un nuovo format che potrà essere riproposto in manifestazioni simili, oppure all’interno di specifiche fiere di settore come Macef Milano, Salone internazionale del mobile di Milano, Sia Guest Rimini e M&O Parigi.
ContanimaL’arte del condividere”, in programma il 16 e il 17 novembre, animerà il Polo Tecnologico, le attività commerciali e i negozi di arredamento di Quarrata trasformandoli in veri e propri spazi espositivi all’insegna dell’integrazione tra arte e design.
Da sabato 9 Novembre fino a domenica 17, presso gli spazi commerciali aderenti al progetto e dislocati in varie zone di Quarrata saranno allestite delle vetrine che riproporranno lo spirito di Contanima. Nelle mostre infatti oltre ai prodotti del punto vendita, saranno ospitati quelli degli altri settori: arredo, vivaistico, biancheria, enogastronomico insieme a opere d’arte di artisti del territorio. Le vetrine saranno animate e vedranno la presenza per i giorni di Sabato e di Domenica degli studenti del Liceo Petrocchi che daranno il loro contributo artistico nella spiegazione del progetto e attraverso loro produzioni.

Nelle giornate di sabato 16 e domenica 17 novembre la città di Quarrata sarà dunque disseminata di esposizioni, installazioni ed eventi collaterali come laboratori, incontri e degustazioni, incentrati sull’innovazione e sull’eccellenza del Made in Italy, di cui i prodotti del nostro territorio sono esempio. La location di riferimento per l’intera manifestazione sarà il Polo tecnologico, dove sarà predisposto un punto informativo e dove saranno organizzate mostre e attività per bambini in collaborazione con cooperative e associazioni locali. E’ previsto inoltre un convegno a Villa Magia per la mattina del sabato 16 sul tema: “Design e integrazione: leve strategiche per le aziende”.
Laboratori e conferenze animeranno questa due giorni! Ecco il programma.



INFO
Incubatore Abitare l'Arte
Villa La Magia
Via Vecchia Fiorentina I Tronco, 63
51039 Quarrata Pistoia
0573 72997 | 0573 738795

6 novembre 2013

GABRIELE PICI


Trarre ispirazione dalla natura e dalle sue ricche manifestazioni”, è questa la natura creativa di Gabriele Pici, degno rappresentante di quell'espressione artistica che è l'artigianato salentino e in particolare la scultura della pietra leccese

La sua missione, così gli piace definirla, ha inizio circa 15 anni fa, quando per caso impara ad impugnare martello e scalpello nel laboratorio artigianale salentino “Petre” di Renzo Buttazzo. E’ qui infatti, che affascinato dalla porosità e dalla duttilità di questa roccia calcarea, rimane ammaliato al punto da non poter fare a meno di svincolare forme uniche e sinuose dal blocco inerte; dando vita ad un gesto eroico volto a far emergere un capolavoro già esistente, ma solo, ancora intrappolato in un pezzo di pietra color avorio. 

Difatti peculiarità di Gabriele Pici è quella di non schizzare le proprie idee su carta, di non creare dei bozzetti sui quali poter correggere o ragionare, ma sfidare il blocco di pietra, contando solo sulle proprie mani e su ciò che da pensiero si tramuterà finalmente in straordinaria scultura.
La pietra leccese, dunque, è per Gabriele, come il nostro nuovo protagonista racconta, "un mezzo di emulazione; possibilità di creare una natura seconda. Natura seconda che rispecchia il mio modo di sentire e vivere quella reale".

Il suo repertorio artistico è rappresentato, oltre che dalla scultura, da originali creazioni per l'arredamento di interni dove trovano espressione lampade, appliques, tavolini e sedute che attraverso giochi di luci soffuse, calde e avvolgenti, arredano ambienti classici e moderni. Inoltre nel suo laboratorio Gabriele si dedica molto anche alla produzione di raffinate bomboniere ed oggettistica varia. Ottime idee regalo o semplicemente complementi d'arredo, pensati per chi ama unire originalità e tradizione.

Un vero artigiano che usa, per il suo lavoro, unicamente mani, utensili vari e scalpelli, rifuggendo dall’ausilio di macchine che priverebbero ogni opera scultorea della propria unicità.

L'opera completa di Gabriele Pici è visibile sul suo sito. Per un contatto più “diretto”, potete scrivere a info@gabrielepici.com




oma2040's Gabriele Pici album on Photobucket

5 novembre 2013

FIRENZE/GERUSALEMME|OLTRE I MURI DEL PIANTO - PAOLO CARANDINI IN MOSTRA


Riscoprire i mestieri d’arte vuol dire soprattutto conoscerli, capirne le tecniche, gli strumenti e le potenzialità espressive, avvicinarli alle nostre particolari sensibilità per scoprire come tirar fuori tutta la creatività sopita.
Una mostra “può” tutto questo: può farci apprendere, esperire, ammirare, soprattutto una mostra preparata con cura, che parla degli oggetti,  che parla di un grande maestro artigiano come Paolo Carandini.
Firenze/Gerusalemme|Oltre i muri del pianto”, curata da Renata Summo-O’Connell, è una ricerca coraggiosa per trovare quello che i muri hanno oscurato e cercato di contenere.

"Scritte, incise, dipinte, graffiate, avverto un peculiare dolore affiorare dalle parole sui muri, indipendentemente da quel che esse significhino; come se per emergere alla voce esse dovessero a stento conquistarsi un varco nella densità minerale; quale acqua che filtra dalla roccia, farsi pianto. Ogni muro attraverso cui si parla è in definitiva un muro del pianto e come tale il rudere di un tempio. Quel che poi io rappresento con quei pesci e rami, insetti e foglie altro non è che l’oltre di quei muri, l’originario tempio".

Queste le parole del Maestro, le cui origini nella pratica dell’artigianato affiorano in superficie attraverso un innovativo uso di medium classicamente italiani come cuoio, legno, pergamena, usati per realizzare questi piccoli "collage murari", che mantengono, nelle forme più disparate, la sapienza del "fatto a mano". 


Questo progetto è ideato da Artegiro, un partner concettuale e curatoriale, senza una base fissa, a cui piace far interagire l’arte contemporanea e gli artisti.

Qui, il catalogo completo della mostra.

I PROSSIMI APPUNTAMENTI DELLA NOSTRA FRANCESCA BENCIVENNI E DELLA SUA AEMILIA ARS

I nostri Protagonisti sono davvero molto impegnati e questo ci riempie di gioia :) Seguire i loro passi e condividere le piccole  - e grandi - soddisfazioni di ciascuna professione è il motore del nostro lavoro quotidiano. 


Oggi vi parliamo dei prossimi appuntamenti che vedono coinvolta Francesca Bencivenni, la nostra giovane “testarda” che ha scelto di riprendere in mano un antico mestieri che stava pian piano scomparendo: la merlettaia. L’Aemilia Ars ha trovato così la sua erede, che con passione e dedizione fa rivivere tecniche e oggetti dal sapore antico. 
Dal 6 all’8 Dicembre Francesca parteciperà al Salotto Culturale Agazzotti di Modena, dove avrà la possibilità di raccontare il suo lavoro, l’Aemilia Ars – ovvero il merletto ad ago – e di organizzare un laboratorio in cui le alunne si cimenteranno nella realizzazione di una campanella natalizia con ago e filo.



Il secondo evento si terrà invece a Forlì, ai Musei di San Domenico, dove dal 1 Febbraio al 15 Giugno 2014 si terrà la mostra “Liberty. Uno stile per l’Italia moderna”, un modo per “ascoltare” il dialogo tra pittura, scultura e arti applicate, scaturito in un periodo di grande vitalità culturale. Anche per questa occasione, Francesca sarà impegnata in un laboratorio, dove i partecipanti, seguendo i suoi preziosi insegnamenti, costruiranno orecchini a merletto con montatura d’oro e toccheranno con mano la grandezza di questa tecnica, che rientra, finalmente, a pieno diritto tra i protagonisti della scena artistica italiana. I laboratori si terranno ogni sabato a partire dal 15 Febbraio. Per poterlo svolgere in altri giorni, contattate direttamente Francesca a info@fbmerletti.it

4 novembre 2013

DALL'8 AL 10 NOVEMBRE AL LINGOTTO DI TORINO TORNA ArTò, IL SALONE DELL'ARTIGIANATO E DEL DESIGN

ArTò, il Salone dell’artigianato d’arte e del design quotidiano giunge quest’anno alla sua sesta edizione. Dall’8 al 10 Novembre, il Lingotto di Torino torna ad ospitare questa imperdibile mostra-mercato e tutti i suoi eventi collaterali: laboratori, mostre, sfilate e, novità 2013, incontri per le aziende interessate allo sviluppo sui mercati esteri.


Un’occasione per scoprire e acquistare prodotti unici di uso quotidiano, dai mobili ai complementi d’arredo, dai gioielli agli accessori, realizzati con tecniche che uniscono i materiali più tradizionali con quelli più innovativi e attuali. Legno, vetro, ferro e ceramica, materie prime pregiate come oro e argento e tessuti originali sono tra i protagonisti di una manifestazione che si riconosce nei principi di creatività e originalità.
Una delle novità più importanti dell’edizione 2013 di ArTò è il format espositivo. Quest’anno, infatti, è stato elaborato un nuovo layout, suddiviso per aree territoriali. I visitatori possono percorrere un vero e proprio itinerario artigianale alla scoperta delle eccellenze del nostro Paese. Un’occasione per conoscere meglio tutte le abilità peculiari regionali - dal Piemonte alla Puglia, passando per Lazio e Sardegna – dall’artigianato tipico e tradizionale a quello artistico, fino a quello innovativo e progettuale.


Un respiro internazionale ad ArTò è dato da un’area interamente dedicata ad ARTisART, il progetto di rete transfrontaliera dell’artigianato finalizzato a creare una rete dell’artigianato artistico formata da microimprese, laboratori e piccole e medie imprese radicate nei territori transfrontalieri di Liguria, Piemonte e Haute Provence. Ad ArTò partecipano 25 imprese francesi, 10 impresi liguri e 19 imprese piemontesi del circuito ARTisART, con uno spazio che offre visibilità alle produzioni e mette a confronto esperienze e professionalità.
Ad arricchire l’offerta espositiva di ArTò, il consueto calendario di laboratori tematici, sfilate di moda, mostre e incontri.



I laboratori sono rivolti agli studenti delle scuole medie e superiori che vogliono avvicinarsi al mondo dell’artigianato e a quel pubblico più adulto interessato ad approfondire conoscenze già acquisite, nell’ambito della lavorazione della ceramica, del legno e della creazione di bijoux in metallo. I partecipanti hanno l’opportunità di imparare alcune tecniche di base, scoprire le proprietà delle materie prime utilizzate, e avvicinarsi all’arte del “saper fare”, realizzando con le proprie mani veri e propri oggetti di artigianato.
ArTò è anche moda. Ogni giorno, infatti, appuntamento con le sfilate presentate da Elia Tarantino, durante le quali il pubblico ha la possibilità di ammirare in passerella le creazioni degli artigiani presenti al Salone, che spaziano dalla moda agli accessori, dalla gioielleria alla bigiotteria di alta gamma.
Un’attenzione particolare è dedicata all’arte di lavorare il ferro, protagonista di una mostra a cura di MetalliFilati, azienda cremonese che realizza prodotti – unici per design e creatività applicata alla tecnica e alla tecnologia produttiva – che nascono dalla sfida impossibile di filare il metallo.
A chiudere la programmazione di ArTò, nel pomeriggio di domenica 10 novembre, la cerimonia di conferimento del riconoscimento “Piemonte Eccellenza Artigiana”, marchio assegnato dalla Regione Piemonte alle imprese che si sono distinte quest’anno.
In occasione della sesta edizione, ArTò offre alle aziende l’opportunità di aprirsi verso nuovi mercati, grazie a una serie di iniziative b2b curate da Ceipiemonte, Centro Estero per l’Internalizzazione. Quest’anno le attività in programma sono riservate, in via sperimentale, alle sole realtà piemontesi, ma l’idea è di sviluppare il progetto nelle prossime edizioni, coinvolgendo artigiani di tutta Italia.
Alle imprese che ne fanno richiesta, dunque, viene data l’opportunità di partecipare al seminario Pianificare per competere, l’approccio efficace ai mercati esteri, in programma venerdì 8 novembre.


Tutti i giorni, inoltre, sono organizzate agende personalizzate di incontri con i referenti delle Camere di commercio italiane in Francia, Germania e Svizzera, allo scopo di verificare le potenzialità degli artigiani di internazionalizzare il proprio business.
ArTò si conferma dunque un evento in grado di richiamare l’attenzione sia degli addetti ai lavori, attirati dall’eccellente vetrina dei prodotti che offre la mostra-mercato, sia del grande pubblico, sempre alla ricerca di idee originali e adatte alla vita di tutti i giorni. ArTò rappresenta un’ottima occasione per promuovere la filiera corta nel settore dell’artigianato artistico e del design quotidiano e rientra a pieno titolo tra gli appuntamenti da non perdere nel weekend che, tradizionalmente, il capoluogo piemontese dedica alle arti contemporanee. Proprio in un’ottica di collaborazione tra i vari eventi che animano la città in quei giorni, è stata attivata una convenzione in occasione di Artissima, grazie alla quale i visitatori della kermesse ospitata all’Oval possono accedere gratuitamente ad ArTò, semplicemente mostrando alle casse il biglietto di Artissima.

Informazioni per i visitatori
Biglietto intero: 5 euro, ridotto 3 euro (coupon scaricabile sul sito)
Convenzioni: GTT, ridotto speciale a 2€
Orario: venerdì e domenica dalle 10 alle 20, sabato dalle 10 alle 22

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...