30 agosto 2013

“OFF-IDENTIKIT”: LE OPERE DI ELENA BIANCHINI A NEW YORK


L’eccellenza del Made in Italy è la nostra prima fonte rinnovabile di esportazione. I nostri giovani lo sanno bene, sanno quanto le loro idee siano vincenti, quanto la tenacia e la determinazione regalino successi talvolta inaspettati.
Dopo Stefano Pedonesi e Daniele Davitti, il popolo americano si è lasciato conquistare dagli splendidi capolavori in carta pesta della nostra Elena Bianchini, che dal 12 Settembre al 17 Ottobre sarà ospite allo Spazio 522 per rendere omaggio attraverso le sue “maschere” a Francesca Alinovi, eclettica e brillante critica d’arte, di cui quest’anno ricorre il trentennale della scomparsa.  Fu proprio la Alinovi nel 1982 con Italian Wave, una mostra alla Holly Solomon Gallery a portare nel cuore del mercato mondiale dell’arte la creatività del nostro Paese.
E Italian Wave è appunto il titolo della rassegna ideata e curata da Veronica Santi all’interno della quale si inserisce l’esposizione di Elena Bianchini, un progetto , che come spiega la curatrice stessa “nasce da una collaborazione con Antonio Soddu, parrucchiere italiano a New York che ha il suo salone a Chelsea comunicante con una galleria d'arte, il quale mi ha chiesto di fare qualcosa insieme per lo spazio che era inutilizzato e io gli ho proposto di esporre i pittori italiani che abitano a New York, con un occhio particolare nei confronti degli emergenti ma anche dei dimenticati in patria”.

La Grande Mela parla sempre più italiano, ma con Elena e i nostri “protagonisti” diventa davvero da Accademia della Crusca ;)

29 agosto 2013

SETTEMBRE IN TOSCANA

A chi avesse ancora qualche giorno di vacanza o dei weekend lunghi suggeriamo di far tappa in Toscana, non solo per godere di cibi e panorami eccellenti, ma per gustarsi anche le meraviglie che l’artigianato artistico della nostra regione è in grado di offrire.
Oggi, tra i tanti, vi segnaliamo alcuni eventi, per tutti i “palati”.


>> Dal 30 Agosto all’8 Settembre, la ceramista Manila Guerrini esporrà le sue opere nelle eleganti sale del Palazzo del Vicario, nel cuore del centro storico di Camaiore (LU). La mostra sarà un’occasione preziosa per ammirare le sue creazioni più recenti e darà al pubblico la possibilità di acquistare e anche di commissionare pezzi unici alla ceramista, spaziando tra piatti, vasi, brocche, centrotavola, colonne, tavoli e coppi di vari colori, forme e dimensioni. Alle ceramiche policrome di raffinata fattura verrà accostata una selezione di mobili antichi restaurati dal Laboratorio Guerrini, fondato da Giancarlo Guerrini, il padre di Manila, custode di antiche tecniche e segreti per recuperare i mobili di pregio danneggiati dal tempo.

Ingresso libero
Orari mostra: venerdì – domenica: 10.00 – 22.00
Lunedì – giovedì 16.00 – 20.00


>>Sabato  31  Agosto  torna  “Una  notte  al  Museo”,  iniziativa  promossa  dalla  Direzione  Generale  della Valorizzazione  del  Ministero  dei  Beni  e  delle  Attività  Culturali  e  del  Turismo.  Numerose  le  novità riguardanti il Polo Museale Fiorentino per questo secondo appuntamento.  La prima è che alla Galleria dell’Accademia e alle Cappelle Medicee, stavolta si aggiungerà anche la Galleria degli Uffizi: per tutti il prolungamento d’orario andrà dalle 19 alle 23, con ingresso a pagamento.  
La seconda è che  il concessionario  dei  servizi aggiuntivi per il Polo Museale Fiorentino - Ati Giunti (Firenze Musei) - attraverso Opera Laboratori  Fiorentini  ha  messo a punto un programma organico di appuntamenti collaterali all’iniziativa stessa, che si svolgeranno nei musei interessati ogni ultimo sabato del mese fino a dicembre.  Le date interessate sono: 31 Agosto, 28 Settembre, 26 Ottobre, 30 Novembre e 28 Dicembre.  Tutti gli appuntamenti sono compresi  nel  normale costo del biglietto di  ingresso al  museo. È consigliabile la prenotazione che si può effettuare chiamando il call center di Firenze Musei al numero 055-294883 attivo dal  lunedì al  venerdì dalle ore 8.30 alle ore18.30 e il sabato dalle ore 8.30 alle ore 12.30.


>>Dal 5 all'8 Settembre maestri fabbri, provenienti da tutto il mondo, con le loro idee, le loro culture e le loro tradizioni, si riuniscono a Stia (AR) per la XX edizione della Biennale Europea d’Arte Fabbrile. Tra le novità di quest’anno anche uno spazio totalmente dedicato a progetti realizzati da gruppi di forgiatori stranieri. Per questa edizione saranno quattro fabbri Israeliani ad avere il compito di intrattenere e stupire il pubblico con il loro lavoro. La loro postazione sarà allestita a poca distanza dai locali del vecchio lanificio. All'interno della Biennale, anche la VI° edizione del Campionato mondiale di Forgiatura, un appuntamento ormai consolidato e apprezzatissimo da tutti i partecipanti. 12 forge accese da mattina a notte, 12 incudini sulle quali i martelli plasmano il ferro incandescente, guidati dalle mani esperte dei maestri fabbri, provenienti da tutto il mondo con le loro idee, culture e tradizioni. Per quattro giorni consecutivi i maestri fabbri lavoreranno instancabilmente seguendo il tema che la giuria avrà scelto per loro.


La Toscana non si ferma mai!

I NUOVI LAVORI DI GIULIA PISTOLESI

Da noi la creatività non va mai in vacanza! Oggi vi presentiamo “Trame di ricordi” la nuova collezione di Giulia Pistolesi frutto di un divertente “recupero”. «Utilizzo scarti di tessuti di ogni epoca, dal copriletto di mia nonna al kilt di quando ero bambina, anche pezzetti di zanzariere...L'unica regola che rispetto è: non usare metalli. Improvvisazione e ironia mi hanno portato a ciò, e sento che potrei continuare all'infinito!».
E noi ce lo auguriamo ;)

Assaggiate un po’ di “Trame” qua sotto, invece per saziare la vostra fame, visitate questo link.

Costantinopoli

Costantinopoli 2

DSC00315

Bondage 3

Gibilterra

28 agosto 2013

SI È CONCLUSA LA PRIMA EDIZIONE DI CASA SALENTO_VIVERE CONTEMPORANEO


Si è tenuta il 12 Agosto scorso la prima edizione di Casa Salento_Vivere Contemporaneo,  organizzata da Salento Makers, collettivo di architetti, artisti, artigiani e designer operanti sul territorio salentino.
L'evento è andato in scena presso la Masseria Palombaro, dentro ed attorno ad una torre colombaia e ad un'ampia aia che si trova a pochi metri da lì.
Nel corso della manifestazione sono stati presentati trentadue progetti, tra complementi d'arredo, lampade, sedute, arazzi, lavabi, mobili ed oggetti per l'abitare, in bilico tra artigianato, arte e design, che hanno interpretato le peculiarità del Salento, delle sue atmosfere, della sua storia e della sua cultura.
Gli oggetti sono stati selezionati attraverso un bando aperto ed hanno attratto un pubblico numerosissimo: Casa Salento_Vivere Contemporaneo ha accolto, in una sola sera, circa duemila ospiti tra estimatori del design, tecnici, operatori del settore, giornalisti ed appassionati.

Casa Salento_Vivere Contemporaneo è stato un evento sperimentale, un numero zero attraverso il quale i makers salentini hanno promosso forme di collaborazione e creatività collettiva, per poi presentare oggetti di design autoprodotti o sviluppati in stretta collaborazione con le imprese della zona, in modo da utilizzare di materie prime e know-how locale e favorire il riuso di materiali da riciclo rinvenibili sul territorio.
Il particolare palcoscenico, dal forte richiamo ancestrale, ha rappresentato il bisogno di valorizzazione le radici, l'identità e le peculiarità culturali.
Casa Salento_Vivere Contemporaneo è stato, nelle intenzioni del gruppo, un primo incontro di sintesi tra modi di fare, di progettare, pensare e lavorare, spesso diversissimi.


Salento Makers è un collettivo creativo di recente costituzione, che vuole creare una rete tra i creativi salentini e le imprese locali, puntando ad una valorizzazione del progetto ed una integrazione del design nella catena produttiva, in modo da salvaguardare le tecniche produttive tradizionali,  promuovere l'innovazione e puntare alla creazione di un linguaggio comune, riconoscibile ed in grado di dialogare con il resto del mondo.

Sicuramente una gran bella iniziativa, ora non ci resta che aspettare la seconda edizione ;)

DANIELE DAVITTI IN MOSTRA A NEW YORK


“Io ho un sogno…” oggi a 50 anni di distanza da quel celebre discorso, questa frase è diventata un “imperativo morale” per molti, soprattutto giovani, che, nonostante un mondo un po’ appannato, decidono di investire nelle proprie passioni.
Anche per il nostro Daniele Davitti esporre a New York era un sogno. E il suo sogno si è avverato ;) Dal 5 Settembre al 4 Ottobre la Tazza Gallery ospiterà “Immaculate Decay”, la personale curata da Veronica Santi.

Come ci racconta lo stesso Daniele, questa “è una mostra che include lavori di 5 anni da quando sono entrato nell'arte dopo gli studi giapponesi fatti fino a questo momento. I dipinti si concentrano e traggono ispirazione dall'attuale situazione umana e culturale in Italia, un paese pieno di risorse, di artisti, di fascino e potenziale ma che sembra ignorare cocciutamente tutte queste splendide risorse costringendo teatri a chiudere, artisti ad emigrare e giovani a non puntare sul loro futuro”.

Le donne anziane ed i vari "mostri" rappresentati come protagonisti sono figure prettamente simboliche, ambasciatrici e traduttrici di questa particolare e difficile situazione artistico/culturale che ci circonda.
Nelle figure isolate si legge tutta la tristezza e la disperazione dell'individuo schiacciato da una macchina troppo grande da affrontare.
È solo insieme che si riesce a trovare la speranza, la forza di andare avanti, di continuare ad avere un sogno..insieme come le figure “comunitarie” presenti in questa mostra, che dopo solitudini tristi e cupe, si ritrovano per creare nuova energia costruttiva.

Siamo davvero orgogliosi di avere Daniele tra i nostri protagonisti. A lui, un grande in bocca al lupo.

5 Settembre – 4 Ottobre 2013
Tazza Gallery
547 W 27th Street, New York, NY 10001

27 agosto 2013

"FASHION IN PFANNER" DAL 13 AL 15 SETTEMBRE A LUCCA


Saranno  tre  le giornate  che Lucca dedicherà interamente all’artigianato e alle sue creazioni. Dal 13 al 15 Settembre a palazzo Pfanner,  andrà in scena “Fashion in Pfanner”, occasione per concedersi uno shopping diverso, per scoprire  le realtà alternative  di  una  progettualità  fatta  soprattutto  di  passione,  ricerca  e  cura  estrema  dei dettagli.  Una mostra-mercato in cui ogni oggetto presente avrà una storia da raccontare, una poesia da dedicare a tutte quelle persone che sanno ancora essere curiose ed appassionate.
L’idea  nasce  principalmente  dalla  volontà  di  riattualizzare  ai  nostri  giorni  la  figura  degli artigiani e di tutto quello che è il loro lavoro, considerandolo alta espressione di qualità e di tecnica,  insistendo  sul valore  di  un  artigianato  per  sua  natura  “moderno”,  senza  con  questo dimenticare l’elemento fondamentale della tradizione. 
Il visitatore avrà così la possibilità di calarsi per qualche ora in uno spazio che racchiuderà in sé  i  prodotti  delle  piccole  grandi  eccellenze  italiane,  solitamente  riservati  ai  frequentatori delle  fiere  di  settore  ,  avendo  l'opportunità  non  solo  di  ammirare  e  provare,  ma  altresì  e soprattutto, di acquistare. Allo stesso modo all’artigiano sarà offerta la possibilità di avere un contatto  diretto  con  quel  cliente  finale  con  il  quale  non  sempre  ha  il  piacere  di  avere  un confronto diretto, rivalutando e rinnovando quindi in pieno la tradizione della “bottega” che fu.

Tra gli espositori, saranno presenti le nostre protagoniste Silvia SerraSimona Malvassori…cosa aspettate, andatele a conoscere di persona ;)

26 agosto 2013

"IDEARE UN SOUVENIR PER FIRENZE": NUOVO CONCORSO DELLA FONDAZIONE ARTIGIANATO


Sarà un bel souvenir, il nostro souvenir”…cantava qualche anno fa Ligabue, dedicando un suo pezzo ad uno degli oggetti più "commercializzati" di sempre. I souvenir sono dolci trappole, che ci fanno affondare in un mare di suggestioni: ricordi, risate, città, amori, tutto sembra poter essere contenuto in un piccolo “arnese” che incarna l’idea stessa del viaggio, della tappa superata, del bagaglio che ci resta.
Ed è proprio al souvenir che la Fondazione di Firenze per l’Artigianato Artistico (FFAA) in collaborazione con il Comune di Firenze e la Provincia di Firenze, ha dedicato “Ideare un souvenir per Firenze”, concorso rivolto ai giovani artisti dai 18 ai 35 anni, diplomati o laureati presso Licei Artistici, Istituti d’Arte, Facoltà di Architettura e Disegno Industriale, ISIA, chiamati a realizzare per Firenze un oggetto artigianale che rappresenti il “ricordo” di questa città.
Si richiedono progetti circoscritti a 4 tipologie di materiale, ceramica, legno, pelle e metalli non preziosi, che presentino  particolare attenzione alle dimensioni funzionali dell’oggetto, alla facilità di essere riprodotto in serie e al costo di mercato accessibile al largo pubblico.
Il materiale da consegnare per la partecipazione al concorso consiste in:
a) Presentazione progetto a colori in formato digitale e/o cartaceo in formato A/4 (sono ammesse tutte le tecniche di rappresentazione) indicando il verso di lettura e le dimensioni.
b) Scheda progetto come da modello fornito contenente una relazione relativa al souvenir proposto: breve descrizione del progetto con riferimento alle specifiche tecniche di realizzazione, materiali e dimensioni del souvenir, nonché ogni altra indicazione che si ritenga necessaria.
c) Breve curriculum vitae in formato europeo da cui si deduca precedenti esperienze professionali e/o scolastiche.

Il tutto da inviare entro il 17 Settembre a info@fondazioneartigianato.it oppure per posta raccomandata A/R a Fondazione Firenze Artigianato Artistico Via Giano della Bella 20/1 50124 FIRENZE (Specificando: Concorso  “Ideare un souvenir per FIRENZE “).

Ai 6 vincitori del concorso, verrà offerta la possibilità nel periodo fra il 16 e il 27 settembre 2013 di realizzare i propri progetti in collaborazione con le aziende coinvolte nell’iniziativa, andando per due settimane a bottega.

Per maggiori info visitate il sito della Fondazione.

Un grande in bocca al lupo a tutti i partecipanti!

"SU MISURA, COME UNA VOLTA, DAL WEB": LE PRIME TAPPE DEL PROGETTO VINCITORE DEL NOSTRO BLOGCONTEST

Agosto non è solo il mese delle vacanze, ma è anche il periodo migliore per la creatività, un momento di rilassamento generale che fa nascere idee e progetti brillanti, non contaminati dallo stress quotidiano e carichi di passione e voglia di fare. 
È per questo che Laura Rovida ha scelto di continuare a lavorare nel mese agostano, per portare avanti il suo “Su misura, come una volta, dal web”, progetto vincitore della nostra prima edizione del BlogContest. Il prodotto sarà una “bottega online”, un sito e-commerce grazie al quale i clienti potranno assistere alle fasi creative della realizzazione dei capi desiderati, avendo così la possibilità di scegliere materiali e modelli in base alle proprie esigenze.



Dopo una prima fase di analisi di mercato, Laura ha realizzato, con l’aiuto dello studio Arienti Foto di Orbetello, due shooting fotografici: uno che ritrae il suo laboratorio e l’altro incentrato strettamente sulle sue creazioni, scatti che andranno ad implementare successivamente il nuovo sito in costruzione.



Siamo davvero soddisfatti di questa nostra iniziativa del BlogContest e ancora di più dei risultati che la vincitrice sta conseguendo. Le auguriamo di continuare così :)

Vi informiamo che su www.rovidadesign.com è online il nuovo catalogo pdf della collezione inverno 2013/2014...avanti con le ordinazioni!!

Stay tuned, presto altri aggiornamenti su Laura e il suo progetto.

22 agosto 2013

OPERAE OFFICINA GRANDI RIPARAZIONI TORINO 11-13 OTTOBRE 2013


Si terrà dall’11 al 13 Ottobre 2013, negli spazi delle Officine Grandi Riparazioni di Torino, Operæ il festival dedicato al design indipendente e autoprodotto giunto quest’anno alla quarta edizione curato e prodotto da Bold, e sostenuto da Camera di commercio di Torino e dalla Compagnia di San Paolo. 
Operae è luogo di incontro, laboratorio attivo di cultura, punto di riferimento per il confronto tra creatività e mercato che concilia ricerca estetica e funzionale con tecnologie digitali e nuovi modelli produttivi. All’interno dei 7000 mq dedicati alla manifestazione, l’area espositiva che ospiterà circa 60 espositori sarà affiancata da due arene dedicate a incontri e dibattiti e da due aree riservate ai numerosi workshop in calendario. 
Centinaia i prodotti esposti, e acquistabili, che propongono soluzioni inedite e in piccole serie, risultato dell’integrazione di materiali innovativi, know-how artigianale e applicazioni tecnologiche avanzate. Ricco il calendario di eventi che vede come protagonisti giovani promesse del design internazionale così come affermati personaggi del mondo dell’industria, della cultura e delle istituzioni. 
Inaugura la tre giorni di Operæ, Michele De Lucchi che, in occasione del dibattito di apertura, venerdì 11 ottobre, affronterà il tema della filiera corta nel design, dell’importanza del territorio e dell’approccio responsabile alle risorse. 
Accessibile per tutta la durata della manifestazione sarà il laboratorio The maker’s machine, un’area curata da Fablab Torino, il primo FabLab italiano, che mostrerà al pubblico come auto-costruire in maniera autonoma tre speciali tipologie di macchine digitali con le quali trasformare, anche senza particolari competenze informatiche, un’idea in un oggetto o in una mini produzione.

Area Green
L’edizione 2013 si arricchisce di proposte che riflettono il desiderio di Operæ di esplorare e accogliere nuove istanze del design. Trova spazio all’interno dell’esposizione un’area dedicata e allestita ad hoc in cui valorizzare il racconto di quegli oggetti e progetti per l’allestimento e la cura di orti sul balcone, orti urbani e giardinaggio negli ambienti domestici.

MICRO mostra-mercato dell’editoria indipendente
Si amplia l’attenzione di Operæ nei confronti dei territori in cui il design si ibrida con la grafica, l’illustrazione e la fotografia. A questo scopo, Operæ accoglie, all’interno dei propri spazi, MICRO la mostra-mercato che seleziona e promuove le migliori realtà indipendenti provenienti dal mondo della micro editoria.

Operæ Kids
Operæ, in collaborazione con yellowbasket.it, negozio e shop on line di design per bambini, e con la casa editrice Corraini, dedica ai bambini una zona della manifestazione. Gli arredi esposti e messi a disposizione dei più piccoli rappresentano alcuni esempi di oggetti progettati specificatamente per questo target e includono anche le panche e i banchi realizzati da noti designer come Matteo Ragni, Donata Paruccini, Giulio Iacchetti, Lorenz/Kaz in collaborazione con gli artigiani di Haiti in occasione della mostra Hispaniola Design.

Per partecipare a Operæ come “espositori”  è necessario inviare la propria candidatura entro e non oltre il 6 settembre. I partecipanti a Operæ hanno la possibilità di:
- avere uno spazio dedicato in cui dialogare con il pubblico, esporre e vendere direttamente.
- accedere a un’agenda di incontri con potenziali distributori quali gestori di negozi, concept store, gallerie, showroom e shop-on-line italiani e internazionali.
- partecipare a dibattiti e workshop con personaggi di spicco del panorama del design.
- usufruire di tariffe agevolate per il trasporto nazionale e internazionale, aereo, marittimo e terrestre, grazie alla convenzione stipulata da Operæ con la società Schenker spa. 

Inoltre, per il secondo anno consecutivo Nutella®, in veste di partner della manifestazione, fornisce agli espositori l’opportunità di:
partecipare a “Buongiorno Talento. Punto Nutella Design Contest”. L’iniziativa è parte dell’operazione Punto Nutella®, uno speciale kit dedicato al consumo extradomestico di Nutella, prossimamente disponibile all’interno di una selezione di esercizi come hotel, ristoranti e bar in tutta Italia. Il concorso ha l’obiettivo di selezionare il progetto capace di interpretare al meglio l’occasione di consumo e lo spirito di Nutella® e prevede un premio in denaro oltre alla possibilità che il progetto vincitore possa successivamente essere realizzato e integrato all’interno del kit.
Per iscriversi è sufficiente scaricare il modulo dal sito operae@operae.biz e inviarlo alla mail www.operae.biz entro il 6 settembre. I soggetti che richiederanno di partecipare saranno valutati e selezionati, fino a esaurimento dei posti disponibili.
Per maggiori informazioni: 

21 agosto 2013

100 TIROCINI PER 100 GIOVANI MAESTRI D’ARTE


L’andare a bottega è il percorso “obbligato” per chiunque desideri diventare un maestro d’arte di qualità. Lo sa bene la Fondazione Cologni  dei Mestieri d’Arte che presenta la nuova edizione del progetto “Una Scuola, un Lavoro. Percorsi di Eccellenza”. Un progetto che intende finanziare il tirocinio extra-curriculare di giovani diplomati presso le migliori scuole di arti e mestieri d’Italia, che potranno trascorrere un periodo di sei mesi presso una bottega, un laboratorio o un atelier d’impresa e lavorare così al fianco di un grande “maestro”.
Perché il mestiere si impara a bottega: ma soprattutto si impara da un maestro. Dei maestri d’arte si celebrano di solito l’abilità e la destrezza. Ma non sempre si mette in luce la loro sensibilità, la capacità di interpretazione, la lettura artistica del progetto: ovvero la loro componente di creatività, che va sempre di pari passo con la passione. Per tornare a percepire la scintilla della creatività nell’opera raffinata dell’uomo artigiano, svelarne la contemporaneità anche in un mondo che sembra perdere il gusto per l’unicità, per formare oggi le generazioni di artigiani del futuro, occorre offrire ai talenti di oggi la possibilità di formarsi presso grandi maestri, che ne educhino il gusto e il gesto.
E così tirocini curriculari ed extra curriculari, di circa 12 mesi, saranno attivati incrociando domanda e offerta per neo-diplomati, neo-laureati o inoccupati e disoccupati che vogliono perfezionarsi nei mestieri d’arte.
Per le informazioni dettagliate del progetto, vi invitiamo a leggere questa brochure informativa o a contattare la Fondazione Cologni a info@fondazionecologni.it.

Le selezioni termineranno ai primi di Settembre…affrettatevi “maestri”! 

20 agosto 2013

24 AGOSTO-8 SETTEMBRE: CORTONANTIQUARIA 2013


A chi avesse ancora qualche giorno utile di vacanza o si volesse comunque godere un weekend all’insegna dell’arte, suggeriamo di far tappa a Cortona, dove dal 24 Agosto all’8 Settembre andrà in scena la 51esima edizione di Cortonantiquaria, un evento di grande valore per il mercato antiquario italiano, e una longevità straordinaria che pone questa manifestazione  tra gli appuntamenti più prestigiosi d’Italia. 
È infatti dal 1963 che ininterrottamente Cortona, tra la fine del mese di agosto e l’inizio di settembre, vive immersa nell’antiquariato, proponendosi come punto di riferimento per i tanti amanti del collezionismo d’arte. 
Numerosi gli eventi che arricchiscono la visita a Cortona durante questo periodo: dalle mostre collaterali alle rarità esclusive, dagli approfondimenti alle conversazioni d'autore, fino al prestigioso Premio Cortonantiquaria che ogni anno si conferisce a personaggi della cultura. Momenti che offriranno a tutti i visitatori la possibilità di avvicinarsi all'arte e all'antiquariato da amateur o da semplici curiosi.
Il percorso espositivo si snoderà attraverso le sale di Palazzo Vagnotti, gioiello settecentesco dell’architettura cortonese, che tornerà a vivere proprio nei giorni della mostra, allestita nelle sale che racchiudono il fascino di storie, stili e gusti diversi. Si potranno ammirare e acquistare mobili di varie epoche e provenienze, preziosi argenti, complementi d’arredo, dipinti, tappeti, gioielli e molti altri oggetti di raffinata qualità.
E per gli amanti del contemporaneo ci sarà “Cortona Design”, mostra che si snoda all’interno del complesso di Sant’Agostino e che vuole dare una lettura “non industriale” del design, concentrandosi sull’aspetto di unicità che è alla base del “progetto”, prettamente funzionale o puramente estetico.
Due le sezioni: una nella quale ammirare alcuni pezzi delle collezioni dei musei permanenti di arte contemporanea di tutto il mondo e l’altra dedicata a Marco Lodola, uno degli artisti pop italiani più famosi.
Un modo per aprirsi all’arte dell’oggi, per far parlare una generazione che affonda le radici nel nostro importante ed eccellente passato ma che ha voglia di reinterpretare e far rinascere sotto nuove vesti le antiche suggestioni.

Cortonantiquaria – Palazzo Vagnotti
Cortonadesign – Centro Convegni Sant’Agostino
24 agosto - 8 settembre
Orari:
Feriali: 10.00 - 13.00; 15.30 - 20.00
Sabato e Domenica: 10.00 -20.00
Costo del biglietto
Cortonantiquaria:
Intero € 8, Ridotto € 5
Biglietto congiunto Mostra+MAEC: € 12
Ingresso gratuito per ragazzi sotto i 15 anni
Cortonadesign: ingresso libero
Tel. 0575 630610 (attivo da sabato 24 agosto)

19 agosto 2013

MARLA DESII


Un lunedì di ritorni o partenze, ma comunque sempre un lunedì da “inaugurare” con il nostro blog :) Reduci dalle vacanze estive, si riparte, con nuovi protagonisti e tanta voglia di fare. Oggi vi presentiamo Marla Desii, giovane scultrice e designer orafa fiorentina che assieme ad altri colleghi artigiani dell’Oltrarno fiorentino ha dato vita all’Associazione culturale Campucc10, nata per promuovere i mestieri d’arte di via del Campuccio, strada in cui anche la nostra Marla ha bottega.  
Il suo percorso artistico e artigianale parte dai banchi dell’Istituto d’Arte, per poi diplomarsi all’Accademia di Belle Arti in Scultura con la tesi “Gioiello: la scultura portata”. Conclude la sua formazione presso l'importante scuola Le Arti Orafe di Firenze con due corsi di specializzazione in oreficeria e incisione artistica.
Dopo la “scuola”, Marla decide di camminare con le proprie gambe, diventando imprenditrice di se stessa e condividendo, assieme ad altri creativi, uno spazio dove fabbrica i propri gioielli, il Campucc10. Nelle sue opere le antiche tecniche dell’artigianato orafo dialogano con il contemporaneo, tramite l'utilizzo di materiali non pregiati, inusuali nell’ambito prezioso del gioiello, come pelle e  cuoio. Materiali grezzi si combinano con quelli preziosi dando vita ad un contrasto armonico, frutto di un design geometrico ed essenziale.
La natura e la lavorazione all’uncinetto – usata per il filo d’argento -  sono le fonti di ispirazione di Marla, che si diverte nel realizzare gioielli composti da delicati intrecci e geometrie aeree.
Un mondo incantato e sospeso dove lo spirito dialoga con la materia, dove ogni cosa trova il proprio posto.

Marla Desii
c/o CAMPUCC10
Via del Campuccio, 10/r

50121 Firenze, Italia

tel. +39 055 5121545
mobile +39 3339333985



oma2040's Marla Desii album on Photobucket

3 agosto 2013

CROWD FUNDING PER UN FILM: LA CITTÁ CONCLUSA DI ANDREA MARIOTTI

Un padre che non c’è più e un figlio che vuol rendere omaggio al grande patrimonio artistico e culturale che il genitore ha raccolto e trasmesso: è questa la “trama” della storia che vede coinvolti Mario e Andrea Mariotti, artigiano il primo, regista il secondo, che  si è rivolto direttamente alla città di Firenze, invocando una partecipazione popolare e corale per realizzare un film tributo dedicato al padre-artista di Santo Spirito.

Dopo un primo piccolo contributo per l'avvio del progetto sostenuto da OmA, il film si realizzerà attraverso un finanziamento libero aperto a tutti i cittadini, anche attraverso l'utilizzo del crowdfunding, letteralmente finanziamento di gruppo, comunemente utilizzato a sostegno di necessità umanitarie o per la tutela dei beni culturali, oggi diffuso e ampiamente utilizzato per il sostegno delle idee progettuali giovani, start up, produzioni indipendenti.
Obiettivo 20.000 suddivisi in 800 quote da 25€ l'una. C'è tempo fino al 30 settembre. Altro canale è l'offerta libera tramite bonifico bancario sul conto corrente della neonata Associazione Culturale MarioMariotti.
«Il nostro è un appello all’intera città – ha spiegato Andrea Mariotti durante l'incontro al Cinema Odeon – rivolto a tutti coloro che vorranno diventare parte attiva del film, finanziandolo e promuovendolo. LA CITTÁ CONCLUSA (questo il titolo del film) servirà a raccontare il percorso artistico di mio padre, indissolubilmente legato a Firenze, in particolare straordinario artigianato dell’Oltrarno. OmA ci ha già aiutati ad iniziare il progetto. Con l’aiuto e la collaborazione di Francesca Mariotti e del Centro di Arte Contemporanea Luigi Pecci stiamo già lavorando per costruire questo complicato e suggestivo progetto per lasciare Mario Mariotti nelle prossime pagine della nostra storia. I contribuenti diventeranno produttori del film insieme agli enti finanziatori e agli sponsor. Gli aggiornamenti verranno pubblicati sulla pagina FB dedicata all'Associazione Culturale Mario Mariotti».


Mario Mariotti from andrea mariotti on Vimeo.

2 agosto 2013

CORRI LA VITA: IL 13 OTTOBRE FIRENZE “CORRERÁ” PER LA RICERCA


Un appuntamento importante quello di Firenze con Corri laVita, il grande evento benefico nato per sostenere progetti no-profit di strutture sanitarie pubbliche e non che aiutano le donne malate di tumore al seno, giunto alla sua XI edizione.
Una giornata di sport, cultura e solidarietà a cui possono partecipare tutti: giovani, anziani e bambini, organizzata in collaborazione con LILT, Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori – Sezione Firenze. Corrila Vita è un'occasione unica per divertirsi ma anche per conoscere una realtà che ci accompagna tutti i giorni. 
Due percorsi per una sola grande manifestazione che coinvolge tutto il centro storico: la gara podistica competitiva di circa 13 Km e una passeggiata di circa 5 Km attraverso monumenti, chiese, giardini e palazzi aperti per l'occasione, con visite guidate a cura dell’Associazione Città Nascosta. Nel pomeriggio, indossando la maglietta ufficiale della manifestazione, generosamente offerta da Salvatore Ferragamo, si potrà visitare gratuitamente alcuni musei e mostre d'arte.
Quest'anno oltre a continuare a raccogliere fondi per il Ce.Ri.On Centro Riabilitazione Oncologica di Villa delle Rose tramite LILT Firenze Onlus; FILE Fondazione Italiana di Leniterapia/Progetto Oltre il Ponte e "The Vito Distante Project in Breast Cancer Clinical Research", Corri la Vita aderisce un nuovo progetto su scala nazionale, SenoNetwork, iniziativa nata grazie al Prof. Luigi Cataliotti per la realizzazione di un portale che riunirà le Breast Unit italiane. SenoNetwork, ideato per garantire che la patologia della mammella venga trattata con la massima efficacia dalle unità di senologia degli ospedali di tutta Italia nel totale rispetto dei requisiti dell'European Society of Breast Cancer Specialists (EUSOMA) unirà tutti i team multidisciplinari sul territorio nazionale, per dare così a tutte le donne, dal nord al sud, l'opportunità di orientarsi nella scelta della cura migliore e accompagnarle durante tutto il percorso, dalla diagnosi al follow up.
Le iscrizioni si aprono il 2 settembre nei numerosi punti di iscrizione ma anche on line sul sito www.boxol.it. Con un contributo minimo di 10 euro si riceverà la maglietta ufficiale offerta da Salvatore Ferragamo di colore giallo.
Inoltre fino al 26 agosto gli internauti potranno partecipare su FACEBOOK al concorso “Scegli il testimonial 2013” e votare uno dei simboli di Firenze: sculture quali la “Fontana del Nettuno” detta il “Biancone” scolpita da Bartolomeo Ammannati, il “Marzocco” di Donatello o la statua di bronzo del “Porcellino” di Pietro Tacca; dipinti tra cui il “Tondo Doni” di Michelangelo e “La Primavera” di Botticelli, architetture come il Ponte Vecchio, ma anche simboli contemporanei come lo Stadio Artemio Franchi o la Tramvia.
Buona maratona a tutti!

1 agosto 2013

OmA2040 A SOURCE [self-made design] DAL 12 AL 19 SETTEMBRE


Tra  nostri “protagonisti” ci sono  degli eccellenti professionisti, ma questo già lo sapevamo. Cioè che non sapevamo (né potevamo prevedere) è il successo che ultimamente hanno riscontrato, successo derivato dal loro impegno e da questo network che ha voglia di diventare sempre più influente.
Sei dei nostri ragazzi e precisamente Elena Bianchini, Luca Canavicchio, Coypù, Giovanni ErbabiancaLaura Rovida e Eleonora Spezi sono stati scelti come ospiti d’eccezione per SOURCE-self made design, una mostra che affronta il delicato e tanto dibattuto tema del rapporto fra designers e artigiani, allestita dal 12 al 19 Settembre presso la Limonaia di Villa Strozzi a Firenze.
L’obiettivo primario sarà quello di puntare i riflettori sugli oggetti e sulle creazioni, per far conoscere al pubblico fiorentino e non solo, una selezione di autoproduzioni italiane e internazionali frutto di collaborazioni tra designers, architetti, progettisti e artigiani o realtà artigiane strutturate come "piccole industrie del manufatto" o ancora designers che realizzano direttamente le loro creazioni. L'esposizione darà spazio a circa quaranta creativi che parteciperanno presentando da uno a tre oggetti ciascuno.
L'iniziativa proporrà alcuni eventi collaterali tutti coerenti con il tema della mostra, tra cui Il Blog OmAVentiquaranta e il Design, la presentazione dei nostri ragazzi fissata per sabato 14 Settembre.
SOURCE vuole aprire quindi una finestra sul design a Firenze e in tutto il mondo, vuole essere un invito a curiosare perché la creatività possa essere una risorsa per chiunque ne colga il valore: chi la esercita, chi l'apprezza, chi la compra e chi casualmente la scopre.
L'autoproduzione è già una realtà anche in Italia ed è sempre più una risposta a qualsiasi crisi economica e l'inevitabile conseguenza di un eccesso di offerta del prodotto. Dunque il secondo obiettivo sarà quello di favorire l’incontro tra progettisti, artigiani, commercianti, clienti, grazie alla presentazione del prodotto finale e alla sua conoscenza reale.
A settembre quindi una settimana per parlare di design, sperimentarlo e condividerlo attraverso l’autoproduzione, una mostra per far conoscere oggetti, un luogo per vivere uno spazio e workshop per creare imparando.

INFO
Source [self-made design]
A cura di ALTROVE Associazione culturale (Roberto Rubini, Sandro Marini)
Dal 12 al 19 settembre 2013
Limonaia di Villa Strozzi – Firenze
Orari mostra: dalle 17.00 alle 20.00 (ingresso libero)

MARE E MONTAGNA: L’ARTIGIANATO VA “IN VACANZA” OVUNQUE!

Ancora estate, ancora suggerimenti per andare in vacanza con l’artigianato.


>>A Pietrasanta (LU) nei bellissimi locali di un ex laboratorio di artigiani del marmo è nato il MuSA, il Museo virtuale della Scultura e dell’Architettura, concepito con una duplice dimensione: una reale ed una virtuale. Nella sua prima dimensione, è un laboratorio per lo sviluppo di servizi alle imprese e soprattutto uno spazio espositivo innovativo, dotato di sistemi multimediali, che rendono spettacolare e interattiva ogni rappresentazione ospitata. Nella sua seconda dimensione offre invece, attraverso il web, un assaggio di spazi e persone reali. In Internet sarà infatti possibile navigare tra le cave del territorio, entrarvi dentro e vedere i luoghi dell’escavazione; visitare i laboratori delle aziende e quelli degli scultori e degli architetti, ma anche ascoltare numerose interviste a quegli stessi scultori ed architetti, che al marmo hanno dedicato la loro vita.
...Perché il mondo virtuale contiene e comunica non solo la pesantezza della materia, ma anche la storia del lavoro che la trasforma e la rende di volta in volta scultura, ornamento, architettura, capolavoro. Ed è partendo da questo concetto che nasce Leggera Materia, il primo ciclo di eventi realizzati dal MuSA. Mostre, proiezioni video e seminari coordinati da Massimo Marsili, dirigente responsabile del museo, che si terranno a Pietrasanta tra giugno e ottobre, coinvolgendo istituzioni culturali, categorie economiche, centri regionali di servizi all’impresa e associazioni. 


Ai primi appuntamenti degli scorsi mesi seguirà, dal 3 agosto all’1 settembre, la mostra Le forme dei marmi. La Versilia Medicea, 500 anni dopo. Sacro e Profano nella contemporaneità. Curata da Andrea Marcuccetti, docente di Architetture della sacralità alla Sapienza di Roma, insieme agli architetti Attilio La Pietra e Tiziana Burrini, l’esposizione celebra il cinquecentenario del Lodo di Leone X, con cui il Papa, figlio di Lorenzo il Magnifico, sancì il distacco del territorio dell’odierna Versilia dalla madrepatria lucchese, facendolo da allora gravitare sotto la Repubblica di Firenze, poi Granducato di Toscana. Atto che ovviamente influenzò tantissimo l’evoluzione storica, sociale e culturale del luogo che trovò da allora, nell’estrazione del marmo e della sua lavorazione, uno dei suoi tratti fondanti. La mostra del MuSA proporrà l’esposizione di opere recuperate da collezioni private e gallerie d’arte in dialogo con recenti produzioni artigianali e artistiche, nelle quali abilità manuale e innovazione si incontrano. 
A chiudere la rassegna, dal 7 settembre al 6 ottobre, ci sarà la mostra La Memoria della Pietra, a cura di Cesare Monti: una grande collettiva che rende omaggio ai lavoratori di Pietrasanta, alle loro storie di vita intrecciate a quelle del territorio. Marmisti, mosaicisti, lavoratori della creta, del ferro e del metallo; stampatori, orefici, operatori dei frantoi e degli stabilimenti balneari si raccontano attraverso documenti originali: 56 video interviste, 10 ritratti di mestiere e video proieizioni poetiche, in cui le parole dei protagonisti diventano esse stesse opere.

INFO
MuSA - Museo Virtuale della Scultura e dell’Architettura
Via Sant’Agostino 61 – 55045 Pietrasanta (Lucca)
Tel. 0583 9765 - e.mail info@musapietrasanta.it
Da giovedì a domenica ore 18.30 – 23.30, ingresso libero

>>Sempre al mare e sempre in Toscana, potrete visitate il MAGMA di Follonica (GR), il nuovo Museo delle Arti in Ghisa nella Maremma, realizzato nelle ex fonderie Ilva del paese ed inaugurato il 29 Giugno scorso. Avanzate tecnologie multimediali, raffinate strumentazioni interattive accompagnano il visitatore all'interno di uno spazio che è simbolo della storia della siderurgia italiana. 
Qui fino al 1960 si trovava la fabbrica dell'Ilva, simbolo del territorio circostante, e il cui recupero garantisce non solo un'operazione di valorizzazione di un monumento di archeologia industriale, ma piuttosto la creazione di un luogo che sia punto di riferimento per tramandare le tecniche artigianali dell'arte della ghisa e lo straordinario rapporto con il territorio della Maremma. 
Grandissimo spazio è stato infatti lasciato alle attività didattiche, anche grazie a un generoso contributo del Rotary Club Follonica, per aiutare le generazioni più giovani a comprendere meglio e toccare con mano le molteplici abilità artigiane che il processo di fusione artistica comporta. 
All'interno dei laboratori gli studenti possono cimentarsi nella creazione di un modello, applicandosi nell’intaglio del legno e nella modellazione con la creta. Hanno quindi l’opportunità di realizzare uno stampo e una fusione vera e propria, realizzata in stagno, per poi dedicarsi alla finitura del pezzo ottenuto. All'interno del MAGMA è stato allestito anche un moderno centro di documentazione che ha l’obiettivo di diventare centro di raccolta e conservazione della documentazione relativa agli studi, alle ricerche e ai progetti riguardanti il territorio e la città di Follonica. Il nuovo MAGMA riassume in sé tutta la storia di Follonica, la città fabbrica: da fonderia in mezzo 
alle paludi maremmane a polo culturale di una comunità cresciuta intorno al suo glorioso stabilimento Ilva. Il Forno San Ferdinando, l’edificio più antico della città, porta in dote la sua storia, le tante storie di uomini che in esso hanno lavorato e i suoi reperti artistici unici, che nell’800 resero celebre la produzione in ghisa follonichese.

INFO
MAGMA. Museo delle Arti in Ghisa nella Maremma
Comprensorio ILVA - Follonica (Grosseto)
0566 59243 / 59004

>>Infine, per gli amanti della montagna, ricordiamo “manuFATTI”, la mostra di artigianato artistico organizzato da Confartigianato Imprese Sondrio presso la filiale della Banca Popolare in via Sant’Antoni 135 a Livigno (SO)
Venerdì 2 agosto alle ore 17.00 si terrà la cerimonia di inaugurazione, in cui verranno presentati i quattordici “manuFATTI” di pregio artistico realizzati da altrettante imprese artigiane, che potranno essere ammirati dai turisti e dalla popolazione locale. Un’occasione irripetibile per poter far conoscere le eccellenze dell’artigianato artistico locale. La mostra rimarrà aperta sino al 28 agosto prossimo per poi fare tappa il 30 agosto a Chiavenna

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...