29 marzo 2013

GALLERIA33 AD AREZZO APRE CON "FIABE DI CARTA" DI MAURO SERESINI


Venerdì 5 aprile 2013, alle ore 19.00, in via Garibaldi 33 ad Arezzo, inaugurerà Galleria33, inedito luogo d’arte, mettendo in scena Fiabe di carta , prima personale di Mauro Seresini, a cura di Tiziana Tommei.

Un duplice evento, che trova speciale sintonia nell’incontro tra la geniale proposta dell’artista milanese e il nuovo spazio mostre, che, per l’occasione, si svela con un’opera unica, esclusiva e temporanea.

Un medium povero, comune, ma estremamente complesso: la carta, che da tradizionale supporto diventa opera, dispiega un inesauribile potenziale espressivo ed emozionale attraverso l’inventiva dell’artista milanese.

Mauro Seresini mette in scena un racconto: mediante il proprio vocabolario iconico, fatto di zoomorfie reali e fantastiche, egli narra la sua personale forma di creazione artistica.

L’effrazione e la manipolazione del supporto origina nuovi spazi e suggerisce dimensioni altre. Così, la white cube 33, abitata dall’ephemeral art seresiana, instaura con questa un rapporto osmotico, attirando il riguardante in un gioco di alterazioni percettive. Dinamiche forme sospese, i cui confini si confondono con quelli del luogo, conducono in una dimensione onirica e, parallelamente,  ad una folgorazione, che manifesta il modus operandi del suo creatore.
 
Realtà e fantasia, scultura e carta, vita e arte, si dispiegano in coordinate spazio-temporali sfumate, solo apparentemente definite. Lavorare la carta richiede manualità e meditazione: il materiale non è neutro e la sua fragilità, celata dalla modularità degli incastri e delle incisioni, ha in sé la componente rigenerativa dell’arte, che supera il ciclo di vita della materia per assicurare all’idea nuove forme d’espressione.
Le fiabe seresiane hanno vita propria e come tutte le favole hanno un inizio e una fine.
Nel suo epilogo Fiabe di carta svelerà un segreto: la mostra terminerà infatti con l’invito ad esplorare le pagine di un libro illustrato, liberando, su ali di farfalle, nuove idee e propositi.

INFO
5-28 aprile 2013
Ingresso libero
Orario: giovedì e sabato h 17|19.30; venerdì h 18.30|23.30; domenica h 11.00|13.00 e 17.00|20.00
Via Garibaldi 33,Arezzo

339/8438565 - info@galleria33.it

28 marzo 2013

LE SORPRESE DI QUESTA PASQUA DIVENTANO “PREZIOSE” GRAZIE A ANDREA BIANCHINI E NAA-STUDIO


La capacità di sorprendersi resta un’arma vincente per combattere il grigiore e l’apatia che possono derivare da “giornate sempre uguali”. L’uovo di Pasqua è da sempre il simbolo della “rinascita” della curiosità, del piacere dell’aspettativa, della gioia della scoperta.
E c’è chi ha pensato di esaltare ancora di più tutto questo! Il noto maestro cioccolatiere fiorentino Andrea Bianchini, titolare della Bottega del Cioccolato, trasformerà le sue uova in “scrigni” per i gioielli contemporanei del Naa-Studio della nostra Negar Azhar Azari.

Le uova di cioccolato fondente al 70% proveniente dal Venezuela saranno piene solo per metà, l’altra parte sarà costituita da un reticolato, sempre di cioccolato, che lascerà intravedere il gioiello da inserire all’interno. Un regalo unico, di gusto, personalizzato, da dedicare ad una persona speciale. La sorpresa infatti può essere scelta tra vari oggetti in pelle con targhe creative e su misura (porta cellulari, pendrive personalizzate, ferma soldi, portachiavi, bracciali in pelle con placchetta in argento) e pezzi della collezione Aracne e Atena; una linea di gioielli nata dall’ispirazione del mito greco che vede la tessitura di un filo d’argento in forme “apparentemente fragili” ma molto elastiche e resistenti. Orecchini, ciondoli e anelli dalle dimensioni importanti ma particolarmente leggeri per donne indipendenti, amanti dell’oggetto unico, donne culturalmente ricche che amano distinguersi.




    

Una “preziosa” Buona Pasqua a tutti voi!

27 marzo 2013

MAISON 39 SU Silkfred.com

Anche se la bella stagione tarda ad arrivare, i nostri armadi hanno bisogno di essere "rinfrescati". Quale miglior occasione per dedicarsi ad un po' di shopping online?

Visitate il nuovo negozio di Maison 39 su Silkfred.com...e sarà subito primavera!


25 marzo 2013

EMILIA SIANO



E come talent scout non ci fermiamo proprio mai! Oggi vi presentiamo Emilia Siano, giovane artigiana del fashion che vive e lavora a Salerno, titolare del brand Libra.
Linfa vitale di Libra è l'influenza del design, dell'architettura organica e dell'arte nella sua versione più allucinata e visionaria. 
Gli accessori Libra sono equilibrio di geometrie a incastro, gioco di forme e volumi che evocano il mondo degli insetti e le loro corazze. Forte anche il richiamo agli organi del corpo umano: muscoli, nervi e sistema linfatico. Dalla loro rivisitazione in chiave biomeccanica nasce un prodotto dallo stile fortemente futuristico: traspare una  ricerca libera, non funzionale alla moda e alle tendenze. 
Gli abiti e le borse sono autoprodotti con pelli e tessuti italiani di prima scelta. I manici-gioiello in plexiglass e alluminio sono realizzati con materiali di scarto di altre lavorazioni industriali, il numero seriale progressivo che vi è inciso esalta il pregio della serie limitata. Il risultato finale è la combinazione di processi produttivi on demand tipici della produzione industriale, e del know how di lavorazioni artigianali tipiche del Made in Italy.
Fatevi un regalo, visitate il suo sito.

oma2040's Emilia Siano album on Photobucket

SCONTI AL NUOVO STORE ONLINE DI MARAKITA


Cari lettori 

è con piacere che vi annunciamo l'uscita del nuovo store online Marakita!
Se siete interessati a fare un acquisto, CONTATTATE Benedetta, per ricevere un buono sconto, disponibile solo fino a mercoledì per i primi 20 clienti!

CHE ASPETTATE COPIATE IL LINK e ANDATE A CURIOSARE!!!

I nuovi accessori Marakita aspettano solo voi.

21 marzo 2013

GRAPHIC BEER (CONTEST) 2013: TORNA "IN FERMENTO"



Creativi tutti ascoltate qua: il 1 Aprile scadrà il termine ultimo per presentare la vostra proposta grafica al Graphic Beer (contest) di “In Fermento”, il Festival della birra artigianale, che anche quest’anno cerca un’idea originale su cui improntare la propria campagna di comunicazione. 

Cosa fare?

• un manifesto verticale formato 70x100 cm per affissione stradale
• una locandina verticale formato A4 (21x29,7 cm)
• un flyer verticale formato A6 (10,5x14,8 cm)
• un maxi manifesto orizzontale formato 6x3 m per affissione stradale

Ogni tecnica artistica è consentita, l’importante è liberare la fantasia!

Per partecipare é sufficiente mandare la preview della propria proposta (adattata ai 4 formati richiesti) allegata ad una mail entro la data sopra stabilita. La consegna dei lavori deve avvenire esclusivamente tramite mail con avviso di ricezione al seguente indirizzo:

Per maggiori informazioni, spulciate il bando e buona fortuna!

VINCENZO E IVAN SCARDINO



È riduttivo presentarci come un semplice laboratorio di ceramica; la nostra produzione ha un'anima eclettica, che spazia dall'oggetto d'arte al complemento d'arredo, dal rivestimento all'ideazione e creazione di elementi architettonici. Particolare attenzione è rivolta alle esigenze del cliente; negli anni, infatti, impegno e competenza sono stati spesso rivolti alla realizzazione di lavori su misura e personalizzati. La nostra forza è quella di essere una realtà di nicchia, che ci consente di instaurare con il cliente un rapporto diretto, offrendogli un prodotto esclusivo e di alta qualità”.

Queste le parole di Vicenzo e Ivan Scardino, i due fratelli messinesi titolari di Ghenos, laboratorio di maioliche d'arte e legni pregiati. Fin dall'inizio i due artigiani collaborano con architetti operanti sul territorio, che trovano in Ghenos la soluzione ottimale per la realizzazione di ambienti esclusivi: ville private, giardini e attività commerciali diventano “preziosi scrigni” per accogliere oggetti d'arte esclusivi e di qualità, come quelli proposti dai fratelli Scardino.
Manifestazioni internazionali e commesse importanti hanno fatto conoscere Ghenos ad un pubblico sempre più ampio, riscontrando successo e grande interesse.
Le opere proposte sono il frutto di un'accurata progettazione e di una scrupolosa scelta e lavorazione delle materie prime. Ciò è possibile anche grazie alle tre sezioni operative di cui si compone il laboratorio:
  • reparto foggiatura
  • reparto decorazione
  • reparto falegnameria


Grande importanza viene data al recupero e allo studio del decoro, attraverso una ricerca segnica, che si muove nell'ambito dell'artigianato artistico dell'isola, territorio di indagine necessario per la produzione di manufatti in cui la tradizione si coniuga a nuove soluzioni formali.
Vincenzo e Ivan vi aspettano nel loro laboratorio, non siete curiosi?

GHENOS-LABORATORIO ARTIGIANALE DI CERAMICA E LEGNO
Via Placida 54 bis 
Messina
Tel. 090-57130

oma2040's Ghenosarte album on Photobucket

19 marzo 2013

STREET ART “ARTIGIANALE”: LO YARN BOMBING VESTE GENOVA


Molti si chiederanno che cos’è, altri pur avendolo "incontrato" non sanno di chi stiamo parlando... Lo yarn bombing letteralmente “bombardamento di filati”, è una nuova forma d’arte che nasce nelle strade degli Stati Uniti nel 2005, un movimento internazionale che colora le città “vestendole” con installazioni in lana e cotone. In questi ultimi anni, il fenomeno artistico è approdato e si è diffuso anche in Italia in varie forme, con iniziative a carattere pubblico e attraverso opere di singoli artisti, che con i loro manufatti ri-coprono giocosamente arredi urbani, statue, alberi e tutto ciò che capita loro a tiro!
Divertito da questa street art handmade il comune di Genova in collaborazione con Porto Antico di Genova SpA e Genova Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura,  ha organizzato “Intrecci urbani”, grande evento di yarn bombing urbano che culminerà con una installazione esposta nell'area del porto antico dal 21 marzo al 1 aprile.
Va sottolineato che il progetto, oltre gli aspetti scenografici, artistici e spettacolari, presenta una forte valenza sociale ed intende perseguire obiettivi importanti quali la coesione sociale, la socialità, l’inter-generazionalità, l’intercultura.
Concluso l’evento espositivo, l’installazione verrà smontata ed i manufatti recuperati dalle varie associazioni/gruppi di lavoro che li hanno prodotti ed esposti sul territorio.
I manufatti danneggiati saranno utilizzati come imbottitura per trapunte e distribuiti a senzatetto e strutture di ricovero per animali.

INFO
facebook: intrecci urbani - yarn bombing a genova
instagram: #intrecciurbani

SILVIA SALVADORI



Tornano i nostri protagonisti. Oggi vi presentiamo Silvia Salvadori, artista senese che da alcuni anni ha aperto la sua Bottega d’Arte Toscana nel cuore di Arezzo, dove realizza opere d'arte e dipinti su tavola ispirati ai maggiori artisti del Medioevo e primo Rinascimento italiano. 
Con la loro scuola Silvia crea una continuità ideale, facendo rivivere nella propria mano un sapere pressoché perduto. Il caldo riflesso degli ori, dei broccati delle vesti, il rapimento estatico dei santi, il mistico scambio di sguardi fra la Vergine e il Bambino, la ricchezza della simbologia cristiana, ricreati con il talento, la raffinatezza e la dedizione tornano a vivere nelle opere che Silvia riesce a riprodurre, attraverso lo stesso "saper fare" artistico dei Maestri medievali e l'utilizzo di tavole di pioppo e di tiglio, dell'oro zecchino in foglia e in polvere, finemente decorato e inciso per mezzo di bulini appositamente forgiati dagli ultimi mastri incisori, e mediante l’uso di pigmenti naturali, seguendo le ricette tratte dal Libro dell'arte di Cennino Cennini e dall’opera di Giorgio Vasari
Lo stile di Silvia nasce da un interesse che è prima di tutto studio accurato e sapiente e continua sperimentazione, che si estende all'intera Toscana del tempo, da Arezzo coi tesori nascosti delle sue chiese, a Firenze e al suo medioevo dell'arte, forse per troppo tempo oscurato dai fasti del Rinascimento, per tornare a Siena con l'arte sacra delle sue icone e la pittura civica delle Biccherne, le copertine in legno istoriato dei registri contabili della stagione comunale. 
L'opera di Silvia è forse quell'ultima, preziosa testimone in grado di conservare e tramandare una Cultura che è storia di un popolo di una terra e dell'anima, ancora capace di suscitare in noi la Meraviglia. Ogni sua opera è un pezzo unico eseguito a mano attraverso un lungo e sapiente lavoro di ricerca e studio. Proprio per questo particolare aspetto Silvia dipinge e segue le direttive dei suoi committenti e realizza le proprie opere su commissione. Per vederne alcuni esempi, potete visitare anche questa pagina :)
E comunque non vi resta altro che farle visita!


oma2040's Silvia Salvadori album on Photobucket

14 marzo 2013

ARTIGIANI D’ITALIA IL GENIO E LA CREATIVITÀ



Il Ricetto di Candelo luogo di grande fascino, borgo medievale del XIV secolo e unicum a livello europeo, ospiterà dal 25 al 28 Aprile la Manifestazione Artigiani d’Italia il Genio e la Creatività, evento nazionale dedicato alla promozione e valorizzazione dell’artigianato d’arte.
I mestieri d’arte oggi costituiscono un patrimonio culturale unico, coniugano tradizione e innovazione, antichi saperi e nuove tecnologie e rappresentano il cuore del nostro saper fare, del talento e della creatività.
Il percorso espositivo si snoderà attraverso le rue dello splendido Ricetto, saranno aperte le cellule medievali che si trasformeranno nelle botteghe dei maestri artigiani: liuterie e vetrerie artistiche, botteghe di oreficeria e di tessitura, di falegnameria e cartapesta, della lavorazione del pellame e della ceramica, un palcoscenico d’eccezione, dove la storia incontrerà la storia in una perfetta simbiosi.
Si potranno osservare gli artigiani al lavoro, scoprire antiche tecniche, sperimentare in prima persona all’interno dei laboratori didattici percorsi insoliti come quello della legatoria e della stampa d’arte, conoscere le tradizioni e le specificità delle singole regioni che potranno raffrontarsi in appositi tavoli di lavoro e di scambio. 
A confronto si troveranno la tradizione ceramica campana di Vietri sul mare e Cava dei Tirreni con quella piemontese di Castellamonte, quella pugliese di Grottaglie, quella veneta e sarda.
I maestri artigiani oggi sono i depositari dell’anima dei territori, la esprimono attraverso manufatti unici, simbolo di quel gusto tutto italiano che ci rende unici nel panorama internazionale e che Artigiani d’Italia il Genio e la Creatività racconterà ai visitatori.

Info
Ass. Turistica Pro Loco Candelo
Tel 015 2536728
Comune di Candelo
Tel 05 2534118
www.candeloeventi.it

APRIRE UNA PROPRIA BOTTEGA SEMBRA UN'IMPRESA? VIVAIO DI IMPRESE VI DÀ UNA MANO



Avviare una propria attività lavorativa, per molti giovani oggi è un’impresa titanica. Trovare finanziamenti o soltanto imparare a destreggiarsi nel mare magnum della burocrazia costa, fatica e tempo. 
Spesso sono i consulenti stessi a dissuadere i clienti in questo loro desiderio. Ma è proprio così complicato diventare giovani artigiani imprenditori?
La realtà contemporanea ci dice che il mondo del lavoro sta cambiando a velocità incontrollabile. Il lavoro dipendente è sempre più un miraggio, le collaborazioni occasionali ormai impossibili, apprendistati e tirocini sempre meno garanzia di continuità retributiva. Se avete deciso di aprire bottega per investire su di voi in questo momento di crisi, sappiate che esiste un servizio altamente qualificato in grado di affiancare i giovani nella stesura del business plan, delle scelte operative, degli investimenti. In sostanza tutto ciò che rende l'idea un'attività concreta e reale.
Si tratta di Vivaio di Imprese che mette a disposizione una serie articolatissima di corsi, consulenze e seminari in grado di accompagnare i giovani artigiani fino allo start up della loro piccola impresa.
Tutti gli artigiani legati al progetto OmA -ovviamente anche gli OmA2040- potranno usufruire di alcuni sconti…non perdete questa occasione!

INFO
Vivaio d'Imprese
Via della Spada 3
50123 Firenze

13 marzo 2013

"TALENT AND KNOWLEDGE COOPERATION": IL NUOVO PROGETTO OmA-IED FIRENZE


                             

Farsi spazio. È questo il proposito di tutti coloro che investono sulla propria creatività. Trovare un canale attraverso cui veicolare idee e prodotti non è affatto semplice. Ed è per questo che ormai dal luglio 2011 è nato il nostro blog, una sorta di “talent scout” virtuale, in cui i giovani artigiani dai 20 ai 40 anni possono davvero “trovare il loro spazio”. E come “talent scout” interessato alle tendenze creative contemporanee, OmAVentiQuaranta si è “avvicinato” allo IED Firenze, scuola di  riferimento per l’alta tecnologia e l’alto artigianato che offre percorsi formativi rivolti all’integrazione dei saperi artigianali con le nuove tecnologie: un mix tra “hand made” ed innovazione. Proprio per questo suo processo di creazione costante, IED è molto più di una Scuola: è un centro in cui prendono forma professionalità di nuova generazione aperte a molteplici contaminazioni. Anche OmAVentiQuaranta crede e investe in questa mission, ed è per questo che le due realtà hanno scelto di collaborare nella promozione dell’artigianato di qualità.
Lo scorso 20 Febbraio è stato presentato questo progetto che vede come protagonisti un gruppo di artigiani del blog - Anna Fucà, Benedetta Maracchi, Camilla Pistolesi, IlariaBaccelli, Laura Rovida, Le Zebre, Negar Azhar Azari, Sara Tassi e Viola Foggi che per l'occasione si sono “prestati” come oggetto di studio per altrettanti studenti dello IED.  Ai partecipanti del semestre appena avviato dei corsi "History of Fashion", "Fashion Communication","Introduction to Fashion Events e Digital Image Processing and New Media" viene così demandata l'ideazione di una proposta di comunicazione ideale a migliorare attività e visibilità delle singole realtà artigiane coinvolte.
Attraverso l’uso delle nuove tecnologie, la creazione di un progetto di start-up o un piano di marketing ogni studente IED guidato da professori qualificati dovrà, compito non semplicissimo, a fine corso comunicare identità e valori dell’artigiano 'adottato' dal Blog.
Non solo. Tra gli obiettivi della sinergia OmA-IED c'è anche quella di far lavorare gli studenti in team al lancio di un prodotto creato da un maestro artigiano. Un impegno che si concretizzerà in occasione della manifestazione Artigianato e Palazzo (Firenze, Palazzo Corsini, 16-19 maggio 2013) con un evento ad hoc all'interno dello spazio OmA.

Seguiteci, con noi non si riposa mai!

12 marzo 2013

SABRINA CLEMENTI



Il nostro blog continua a crescere, soprattutto grazie ai tanti giovani talenti che condividono con noi la loro esperienza, il loro “mestiere d’arte”, coltivato quotidianamente con passione e determinazione.
Tra questi “eroi artigiani”, c'è Sabrina Clementi, che ogni giorno “intreccia” esperienza, pazienza e creatività per dar vita ad abiti ed accessori firmati Clemsa, marchio nato a seguito della sua tesi di laurea in Product Design “No.Made Cloth”, che si inserisce in tre diversi ambiti: Moda, Arte e Interior Design. Il progetto, il cui obiettivo è quello di realizzare una tappezzeria indossabile, prende forma da una ricerca che spazia in luoghi e culture geografiche diverse, dove vengono analizzate, attraverso la comparazione delle forme e dei linguaggi figurativi, affinità tra artefatti tessili anche molto distanti tra loro. Lo studio si focalizza sulle superfici tessili appartenenti ad alcune comunità nomadi che con estrema semplicità e versatilità possono essere utilizzate come “casa” o come indumento. Una serie di elementi modulari intercambiabili a forma di losanga possono essere composti e ricomposti in mille variabili, trasformandosi in capi di abbigliamento o arredi per interni.
Vi chiedete come sia possibile? Guardate qua sotto e visitate la fan page di Sabrina.


oma2040's Sabrina Clementi album on Photobucket

ZERO DESIGN FESTIVAL A MILANO...DA NON PERDERE!



Anche l’attesa a Milano diventa dinamica e propositiva! Giocando d’anticipo sulla Design Week, dal 15 al 17 Marzo potrete partecipare allo Zero Design Festival, una maratona di tre giorni, tra talk, giochi, interviste, live, performance d’autore, che riunisce i principali esponenti del design milanese. 
Il POLI.design di Milano, partern dell’evento, ha scelto la suggestiva cornice del Museo della Scienza Leonardo da Vinci per accogliere oltre cinquanta ospiti, provenienti dal mondo della critica, della comunicazione e del prodotto.
Alcuni fra i migliori studenti di POLI.design saranno i protagonisti del Red Bull design workshop, un laboratorio di tre giorni realizzato in partnership con Red Bull, durante il quale quattro squadre capitanate da altrettanti designer (Paolo Cappello, Sovrappensiero, Giorgio Biscaro e Zaven) si cimenteranno in un momento di creatività live. 
Brieffati dal celebre Energy Drink, i designer e 12 studenti di POLI.design progetteranno live un prodotto appositamente pensato per il lancio di un'importante novità targata Red Bull.
Negli spazi della manifestazione sarà inoltre presentata la mostra Zero Design People, esposizione di 30 oggetti del cuore scelti da altrettante personalità e opinion leader della design community e del mondo della cultura milanese. La scelta di ciascun opinion leader svelerà oggetti personali che si sono dimostrati significativi nella quotidianità o nella professione, oggetti iconici per la propria vita, per raccontare se stessi attraverso il design, magari anche con un pizzico di ironia.
Tre saranno inoltre i principali talk con altrettante interviste: si parte venerdì con Ippolito Pestellini, architetto associato OMA, che parlerà del rapporto tra lo studio olandese e Prada; sabato sarà la volta di Valentina Auricchio, nuovo direttore della rivista Ottagono e, infine, domenica, l’atteso evento performance di Riccardo Blumer.
Tra le tante iniziative in programma, il divertente Design al kilo, il gioco per scherzare sulla gravità del design in cui, con il pubblico, alcuni oggetti di design verranno messi letteralmente sulla bilancia, chiedendo ai presenti di scommettere sul peso. E, chi indovinerà se li porterà a casa!
Ricordiamo che Zero Design prosegue anche durante il Salone del Mobile sia sul canale online, che su quello cartaceo. 
Stay tuned!

INFORMAZIONI:
Venerdì 15 Marzo, 16.00- 21.00; Sabato 16 Marzo, 16.00- 21.00; Domenica 17 Marzo, 16.00 – 19.00.
Ingresso gratuito.


11 marzo 2013

OUT OF THIS WORLD! E MADE IN ITALY:LE DUE “IMPRESE” INTERNAZIONALI DI STEFANO PEDONESI

I confini nazionali son troppo stretti per i nostri protagonisti, soprattutto per Stefano Pedonesi, orafo lucchese, che nei prossimi mesi sarà impegnato in due mostre internazionali, una in Germania, l’altra in America
Fino al 23 Marzo sarà infatti possibile gustare “Made in Italy” alla galleria Meister und Margarita di Francoforte sul Meno, un'esposizione di gioielli di 4 artisti italiani che mostreranno al pubblico tedesco l’unicità e la maestria del nostro "saper fare". 
In mostra opere di Corrado De Meo (Livorno, Toscana), Gianluca Staffolani (Ascoli Piceno, Marche), Raffaele Irace (Praiano, Campania) e Stefano Pedonesi (Lucca, Toscana), quattro differenti espressioni artistiche personali che si concretizzano attraverso l’uso di materiali più disparati, da quelli più convenzionali come l’oro e l’argento a quelli meno consueti come il rame, l’ottone, il ferro o il polystyrene e le loro varie finiture, come gli ossidi, gli smalti, i colori acrilici. Materiali tradizionali e originali per dare forma ai sogni ed alle visioni dei quattro artisti.
Le loro opere rappresentano lo spaccato di una cultura della contemporaneità – che riflette anche diverse aree geografiche del Belpaese – e che nasce come artigianato di qualità, si avvicina al mondo complesso del gioiello contemporaneo creando pezzi unici che cercano di parlare alle emozioni ed alle suggestioni del cuore. 

Made in Italy
9-23 Marzo 2013
Galleria Meister und Margarita 
Schulstrasse 38, 60594 Francoforte sul Meno
mart/ven: 14-19 sabato: 12-16

Oltreoceano invece inaugurerà il 16 Marzo, presso le Forbes Galleries di New York, “Out of this World! Jewelry in the Space Age” una mostra dedicata alle molteplici relazioni esistenti tra il gioiello contemporaneo e lo spazio astronomico. Più di 150 creazioni illustreranno dunque il rapporto tra scienza e arte: opere contemporanee e d’avanguardia ma anche gioielli vintage, oggetti antichi e classici firmati da grandi nomi come Van Cleef&Arpels, Tiffany&Co. e Cartier. E ancora gioielli realizzati con pietre “spaziali”, come la moissanite, la meteorite e la moldovite o ispirati, per la loro realizzazione, ad elementi o eventi legati al “cielo”, come ad esempio la cometa di Halley o il lancio dello Sputnik da parte dei russi. 

Out of this World! Jewelry in the Space Age
16 Marzo-7 Settembre 2013
Forbes Galleries
62 Fifth Avenue   New York City

7 marzo 2013

E ANCHE NEL 2013 TORNANO LE JOURNÉES EUROPÉENNES DES MÉTIERS D’ART


Il 5,6,e 7 Aprile saranno tre giorni di manifestazioni, eventi, incontri, ma soprattutto botteghe a porte aperte in contemporanea in quattro paesi europei, per attirare l'attenzione del grande pubblico sul Mestiere d'Arte. Le regole sono sempre le stesse. Gli artigiani che aderiscono appendono nelle loro vetrine il manifesto ufficiale delle Journées Européennes des Métiers d’Art comunicando al pubblico che dentro quella bottega si può trovare qualcuno disponibile a raccontare un mestiere, a dare dimostrazioni pratiche a raccontare aneddoti e curiosità.


Da quest'anno gli artigiani si possono unire in gruppi e condividere insieme un evento all'interno di uno spazio comune o di una stessa zona della città.

Perché partecipare ?
Le Journées Européennes des Métiers d'Art sono un vasto movimento che investe Francia, Spagna, Lituania, Svizzera e alcune città italiane tra cui Firenze e Milano e che mira nei prossimi anni ad allargarsi ancora di più. L'intento è quello di dedicare tre giornate l'anno (sempre nel medesimo periodo) al mondo dell'Artigianato Artistico, sia questo bottega, scuola o ambito di studio e discussione. Comunicati stampa, un sito dedicato, cartellonistica e passa parola tra artigiani e i loro clienti serviranno a diffondere l'informazione e a fidelizzare negli anni il maggior numero possibile di visitatori. Ricordiamo però che i protagonisti assoluti della manifestazione sono gli stessi artigiani, chiamati ad animare con eventi o buzz online le tre giornate.

Un po’ per campanilismo, ma soprattutto per il suo valore, vi suggeriamo di visitare NAA-Studio della nostra Negar Azhar Azari in via dei Serragli 59/r a Firenze…ha in servo per voi una sorpresa!
A breve, sul sito dell’Osservatorio dei Mestieri d’Arte, un programma dettagliato di tutte le iniziative realizzate sul territorio. 


Visualizza JEMA2013 in una mappa di dimensioni maggiori

6 marzo 2013

LE DONNE A VIART


Fa sempre bene parlare di donne, della loro energia contagiosa, delle loro abilità di equilibriste tra i molteplici impegni della vita quotidiana.
La loro festa è ormai alle porte e a noi piaceva celebrarle così, suggerendovi due iniziative al femminile promosse da Viart.

Una mostra fotografica sul talento femminile
Dal 1 al 10 marzo 2013 presso Viart

Ad essere protagonisti della mostra fotografica “donna@opera promossa dal Gruppo Donne Imprenditrici di Apindustria Vicenza  saranno i ritratti di manufatti realizzati da imprese femminili. Gli scatti cercheranno di scovare il “filo rosso” che lega gli oggetti così diversi per qualità estetiche e funzionali.
Uno sguardo fresco e nuovo che permette di uscire dagli schemi usuali e che punta su linguaggi alternativi ed innovativi evidenziando il talento femminile.
In pochi scatti viene immortalata l’evoluzione di una tradizione manifatturiera secolare che si declina con una sapienza del “saper fare” e del saper come trasformare la materia prima in un’espressione di bellezza e funzionalità.
Donna@opera”, commenta Giuseppina Grimaldi, Presidente di ApiD Vicenza, “è il nostro modo di ricordare l’8 marzo, facendo emergere le eccellenze delle nostre imprese al femminile. In quest’occasione abbiamo dato ai fotografi il compito di valorizzare degli oggetti che sono frutto della nostra tradizione e capacità del saper fare, puntando su linguaggi alternativi per permetterci di far vedere con occhi nuovi quello che il nostro territorio sa realizzare”.
In esposizione le opere realizzate da: Avitex di Nadia Montà & C. sas, C.V.O. srl, DML srl, Handy Officine Piazza srl, Laser Tech srl, Legi International spa, Linea Italia spa, Misis srl, MPM di Gobbato Enzo, Naoto di Giuseppina Grimaldi, Rotografica Vicentina srl, Sidra srl, Studio Gi srl, Tre Esse snc; accompagnate dalle foto di Nerino Campesato, Alberto Marangoni e Francesca Canapa.


micro sculture in oro ed elementi della natura
Fino al 4 aprile  2013 al piano mezzanino di ViArt
 Laura Balzelli, pittrice, disegnatrice e scultrice la cui attività si pone in una  particolare  nicchia  espressiva,  dato  che,  ormai  da  diversi  anni, sviluppa la sua creatività alla lavorazione dei metalli pregiati ai quali però associa spesso anche altri materiali la cui preziosità non risiede nel costo ma nel valore intrinseco della forma, della loro storia spesso molto remota, della  loro  appartenenza  al  mondo  misterioso  e  casuale  della  natura.  
Si tratta di pezzi di legno antichi, di frammenti di altri oggetti, di foglie, di conchiglie,  di  fossili  utilizzati  per  far  deflagrare  l’automatismo  del “mestiere”  e  dimostrare  che  il  determinismo  delle  regole  e  delle  norme operative ha bisogno anche dell’imprevedibilità della forma naturale che imprime una spinta verso l’improvvisazione.  
L’artista-artigiana  riconosce  e  raccoglie questi  oggetti  e  li  reinventa,  li reinterpreta,  ricostruendo  per  loro  una  nuova  sceneggiatura,  una  nuova  possibilità  di  esistenza.  Sa  ascoltare  le pietre, con l’attenzione che solo gli artisti posseggono, per cogliere da esse, che si tratti di diamanti purissimi, di rubini fiammeggianti, di opali misteriosi oppure  di semplici pezzi di conchiglia, il suggerimento che le stesse le danno per attuare l’espansione da dare alla propria forma. Nel suo laboratorio-bottega in Corso Fogazzaro l’oro viene  bollito  e  rigato  a  fuoco,  assemblato  in  segmenti  scomponibili,  fuso  a  cera  persa  e  plasmato  seguendo  un costante processo di ricerca.

Per tutti gli altri eventi in mostra a Viart, visitate il sito.

5 marzo 2013

LUNGOUNGIORNO+FIERUCOLA TORNA IL 10 MARZO A FIRENZE



Lungoungiorno+Fierucola, format espositivo ormai consolidato, torna al Vecchio Conventino domenica 10 Marzo, con una giornata unica e originale all’insegna dell’artigianato di qualità e dei prodotti biologici e naturali. 
Dopo il grande successo di pubblico che ha salutato un mese fa lo straordinario matrimonio tra l’artigianato e la storica kermesse dedicata alla natura e alle produzioni biologiche, anche domenica prossima l’apertura straordinaria del Vecchio Conventino/Spazio Arti e Mestieri (SAM) sarà un susseguirsi di eventi, mostra mercato, incontri e laboratori per tutti gli appassionati della tradizione e delle tipicità che hanno fatto di Firenze un luogo unico al mondo.
In particolare, Sbarchinpiazza porterà “Le arance al Conventino” e la Fierucola curerà la mostra “Le essenze lignee”.
Apertura straordinaria anche per FLR Crafts Showroom, lo spazio dedicato all’eccellenza dei prodotti dell’artigianato artistico fiorentino in cui sarà possibile trovare originali pezzi unici creati dagli artigiani fiorentini, fra cui gioielli, articoli per la casa, vassoi, articoli di arredamento e accessori.
Qui programma completo


INFO
Lungoungiorno+Fierucola
Vecchio Conventino - Spazio SAM
Domenica 10 marzo 2013 ore 10-19
Ingresso libero
via Giano della Bella 20/1

LUISA SALVIOLI



Una realtà nata da poco, grazie alla voglia di fare e alla bravura di Luisa Salvioli. Stiamo parlando di Sollucchero, l’atelier pistoiese dove le donne si sentono coccolate e amate. Da dove deriva questo termine? Ce lo spiega la stessa stilista: “Ho scelto questo nome perché indica il senso di intimo piacere che si prova nel momento in cui ci si sente soddisfatti nei desideri o sollecitati nella vanità. Ho sempre pensato che un abito dovesse essere qualcosa di speciale per chi lo indossa, qualcosa di unicamente tuo, capace di raccontare chi sei a chi ti osserva. Per questo tutte le mie creazioni sono realizzate in un capo unico, con uno stile libero dalle influenze della moda, frutto di uno studio che parte dalla scelta di stoffe di qualità e di forme proprie di culture diverse, nella ricerca di una bellezza assoluta....capace di mandarti in sollucchero!”.
In questo delizioso laboratorio potrete trovare capi d’abbigliamento dal gusto irriverentemente retrò, borse, cappelli e accessori realizzati artigianalmente dai toni caldi e solari. Un piccolo “baule” dove tuffarsi e rovistare tra pezzi unici alla ricerca di un outifit personale e pieno di vitalità.
Sollucchero si trova in Via Del villone 67 a Pistoia...lasciatevi tentare dalla vanità :)


oma2040's Luisa Salvioli album on Photobucket

4 marzo 2013

WORKSHOP A CURA DI ANDROMEDA ECO-GOIELLI


Tornano i workshop sull’eco-gioiello della nostra SimonaNegrini. Per questo inizio primavera, Andromeda propone diversi appuntamenti, in due differenti location.

Crevalcore - Biblioteca Comunale
16 - 23 MARZO / 6 APRILE
dalle ore 14.30 alle ore 18.30

I temi dei workshop:
Naturalia(S): La natura come maestra d'Arte
Antichi gioielli ri-nascono: Rivisitazione di prestigiosi gioielli storici
L'arte Contemporanea: Creare gioielli interpretando le opere dei grandi artisti del '900

Info:
via Caduti di Via Fani 302  - Crevalcore (Bo)

e

Remida Terre d'Acqua
13-14 APRILE
sabato 13 dalle 14.30 alle 18.30 - domenica 14 dalle 9.30 alle 13.30

Il tema:
Naturalia(S): La natura maestra d’arte e di bellezza

Informazioni e iscrizioni:
via Garibaldi 2/G - Calderara di Reno (Bo)

Per seguire tutte le attività di Andromeda eco-gioielli, visitate anche la sua nuova pagina Facebook.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...