20 settembre 2012

LO IED DI FIRENZE CAMBIA SEDE!

Dopo tre anni di attività sul territorio, lo IED Firenze si trasferirà negli spazi che, per decenni, hanno ospitato gli uffici della Cassa di Risparmio di Firenze, in via Bufalini 6, progettati da Riccardo Gizdullich all’inizio degli anni ‘60.


Nei nuovi ambienti, recuperati dall’architetto Renzo Funaro, le aule prenderanno i nomi dei distretti della Toscana che, dal 2008, sono partner attivi di IED Firenze come Carrara, Casentino, Santa Croce sull’Arno, Prato, Colle Val D'Elsa, Impruneta e Quarrata, proprio a significare l’attenzione per la territorialità come riscoperta dell’alta qualità del Made in Italy” da esportare nel mondo con il contributo dei nuovi mezzi creativi e di comunicazione.

Complessivamente si tratta di uno stabile di 2.400 metri quadri con 14 aule, 4 laboratori computer/progettuali, 1 biblioteca, 1 centro stampa 3D, 2 spazi espositivi, 1 aula conferenze di 140 metri quadri, uffici e luoghi di studio.

Nella nuova sede, inizialmente  operante su  metà degli spazi disponibili, saranno offerti corsi triennali post-diploma, serali ed estivi, di specializzazione e master nell’ambito della formazione e ricerca in design, moda, comunicazione visiva e management delle imprese creative
Il programma ed i corsi saranno presentati all'Open Day, giovedì 20 e venerdì 21 Settembre nella vecchia sede in vicolo Santa Maria Maggiore. Saranno invitati gli studenti, i neo-diplomati delle scuole superiori e giovani creativi appassionati di design, pubblicità, comunicazione, moda e marketing. Saranno due giornate di orientamento per entrare in contatto e conoscere da vicino i corsi triennali post diploma tra cui quelli di Comunicazione Pubblicitaria,  Marketing, Interior Design, Product Design e Fashion Design.

Nel nuovo stabile, inoltre, sarà in futuro inaugurata la prima “biblioteca tridimensionale” a Firenze dedicata al “Design di artisti fiorentini ed italiani” che nasce con il duplice scopo di creare una collezione di oggetti che hanno reso l’Italia e Firenze famosi in tutto il mondo, con l’obiettivo di ispirare ed aiutare gli studenti, soprattutto stranieri, a capire cosa voglia dire Made in Italy. 
Tra gli oggetti esposti ci sarà il primo esempio di macchina da scrivere portatile, la Lettera 22 di Marcello Nizzoli, designer, architetto e pubblicitario, pioniere del Design Italiano (che inventò la macchina stessa). Tra le mostre permanenti ne verrà allestita una dedicata ai biomateriali e bioprodotti, organizzata con l’associazione Chimica Verde Bionet, per illustrare agli studenti ed ai professionisti la possibilità di sostituire, in una vasta gamma di oggetti d’uso quotidiano, materiale di origine petrolchimica con materie prime rinnovabili, derivate dal mondo vegetale, biodegradabili e meno pericolose per la salute.

IED, da sempre impegnato ed interessato a valorizzare e premiare l’innovazione, la ricerca e la progettualità, nel 2013 lancerà un bando per ospitare le start up di giovani aziende che per due anni avranno a disposizione aule e strumenti per poter avviare la loro attività senza pagare i costi di un ufficio.

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...